Come generare alfa tra i titoli large cap growth americani

Taymour Tamaddon , Portfolio Manager

PUNTI ESSENZIALI

  • Circa un quarto dei rendimenti totali dell’indice Russell 1000 Growth negli ultimi cinque anni è provenuto da titoli delle cosiddette FAANG. Tuttavia, esistono notevoli opportunità di generare alfa in settori diversi da quelli, oggi predominanti, della tecnologia e dei beni voluttuari.

  • La selezione dei titoli basata su analisi specializzate, come le ricerche effettuate sul campo, può contribuire a migliorare le prospettive di sovraperformance di un portafoglio sul lungo periodo.

  • Oltre che avvalendosi di conoscenze specifiche a livello di titoli, è possibile generare alfa attraverso la comprensione delle dinamiche settoriali e la giusta ponderazione dei sottosettori all’interno di un settore per trarre vantaggio da tali conoscenze.

  • Siamo convinti che la nostra capacità di riesaminare periodicamente le tesi di investimento sia cruciale nell’analizzare l’impatto delle nuove tecnologie.

     

Il gruppo di grandi società appartenenti ai settori della tecnologia e dei beni voluttuari, conosciute come FAANG, ha dominato negli ultimi anni i mercati azionari dei titoli growth large-cap. E questa posizione di primo piano è stata ampiamente meritata poiché, malgrado la volatilità della prima metà del 2018, i titoli di Facebook, Amazon.com, Apple, Netflix e Alphabet, società madre di Google, hanno generato ingenti rendimenti sul lungo termine.
 

Tuttavia, circa tre quarti dei rendimenti totali dell’indice Russell 1000 Growth negli ultimi cinque anni sono provenuti da titoli non-FAANG, e riteniamo che esistano notevoli opportunità di generare alfa in società diverse dai titani tecnologici. Grazie alla ricerca fondamentale gli investitori possono individuare le società che permettono loro di rafforzare la diversificazione dei propri portafogli e di ottenere possibili sovraperformance. In questo Punto sui Prezzi descriviamo alcuni esempi tratti da diversi settori - in particolare fornitori di servizi di pagamenti, sanità, software as a service (SaaS) e cloud computing – che mostrano come la conoscenza approfondita di una società o di un sottosettore ci abbia permesso di generare idee d’investimento interessanti.
 

Comprendere come una società  genera profitti

Siamo convinti che una delle chiavi per diventare investitori di successo sia la conoscenza approfondita dei meccanismi attraverso i quali le società generano profitti, e la nostra decisione di investire in PayPal è stata presa partendo dalla conoscenza degli incentivi finanziari alla base delle azioni di diversi attori del settore dei pagamenti elettronici.
 

La società Visa e le banche emittenti di carte di credito come JPMorgan Chase hanno visto l’arrivo di PayPal sul mercato come una minaccia. Ma dopo aver analizzato a lungo le attività di Visa, JPMorgan e PayPal, siamo giunti alla conclusione che ci fosse abbastanza margine affinché queste società lavorassero insieme in maniera proficua. In origine PayPal permetteva ai propri clienti di effettuare pagamenti unicamente a partire da un conto corrente bancario, ma ci siamo resi conto che la società - insieme a Visa e JPMorgan - avrebbe potuto trarre beneficio dal fatto di permettere ai clienti di collegare i pagamenti a una carta di credito. Ciò ci ha convinti del fatto che PayPal avesse di fronte a sé un’opportunità di crescita.
 

In seguito al lancio dell’opzione di collegamento del conto alla carta di credito, PayPal ha registrato un’accelerazione dell’apertura di nuovi conti. Sebbene gli utili ne abbiano inizialmente leggermente risentito, per via delle spese più elevate per l’elaborazione delle transazioni tramite carta di credito, l’incremento della base clienti ha spinto il multiplo rapporto prezzo/utili di PayPal su livelli più elevati rispetto alle nostre aspettative.
 

Reagire ai cambiamenti che si verificano all’interno di  un  settore

Oltre alle conoscenze specifiche a livello di titoli, un efficace driver di alfa è rappresentato dalla comprensione di ciò che accade in un settore e dalla giusta ponderazione dei sottosettori per trarre vantaggio da tali conoscenze. Il nostro approccio al settore sanitario si basa su questo tema.
 

Non è trascorso molto tempo dall’epoca d’oro delle società biotecnologiche, durante la quale i progressi sul fronte della genetica hanno contribuito a storie di successo nello sviluppo di nuove cure. Tuttavia, il settore delle biotecnologie ha cominciato ad affrontare venti contrari nel 2015 con la riduzione dei prodotti in fase di sviluppo e l’incremento delle pressioni sul fronte dei prezzi e della regolamentazione. Parallelamente, abbiamo osservato sviluppi positivi nei segmenti delle apparecchiature e delle forniture e dei fornitori. Siamo passati da una posizione di sovrappeso a una di sottopeso nelle biotecnologie, ampliando l’esposizione a sottosettori sanitari più promettenti. Nei tre anni terminanti a giugno 2018, il segmento delle apparecchiature e delle forniture ha registrato le migliori performance all’interno del settore sanitario dell’indice Russell 1000 Growth, con un guadagno del 96%, mentre quello delle biotecnologie è stato il segmento più debole con un calo del 19%.
 

Acquisire maggiori conoscenze a mano a mano che una società cresce

L’investimento in ServiceNow è un esempio di come la capacità di seguire una società durante il suo sviluppo possa generare alfa. La nostra strategia dedicata alle società mid-cap aveva detenuto ServiceNow per oltre tre anni prima che la società diventasse abbastanza grande da essere considerata come candidata al nostro portafoglio large-cap.
 

Le conoscenze accumulate in quei tre anni ci hanno confortato nella decisione di aggiungere questa società al nostro portafoglio, dato che siamo stati in grado di vedere i benefici del business model del software as a service(vedi Grafico 1). Fatturare dei servizi ai clienti su base annua è un’attività meno volatile rispetto alla vendita di un software alla volta, ossia rispetto al vecchio modo di operare. Ma il beneficio reale deriva dal fatto che queste società erano in grado di innovare a un ritmo molto più elevato rispetto ai loro concorrenti tradizionali, che spesso guadagnavano dal lancio di un prodotto di punta e poi, però, riscontravano difficoltà. Con il business model di software as a service, ServiceNow ha continuato ad avere risultati positivi anche in seguito.
 

Grafico 1: Crescita del mercato del Software as a Service
Dati al 30 aprile 2018

Fonte: Gartner.
 

Perfezionare una tesi di investimento con nuove ricerche

Un ultimo esempio su come generare alfa è tratto dal settore del cloud computing e mostra l’importanza di riesaminare una tesi di investimento quando necessario. Nel 2015 le nostre ricerche interne indicavano che le aziende avrebbero rapidamente effettuato una transizione completa verso il cloud computing, abbandonando il modello che prevedeva la conservazione delle proprie infrastrutture tecnologiche. E in effetti, nei due anni successivi, abbiamo assistito ad una massiccia migrazione. Ma quando abbiamo cominciato a discutere con i manager IT delle imprese riguardo al loro uso del cloud, recandoci di persona nelle loro aziende per approfondire le nostre conoscenze, ci siamo resi conto che la situazione era un po’ più sfaccettata.
 

Sebbene stessero instaurando nuovi processi lavorativi per trarre beneficio dal cloud pubblico, i manager IT dichiaravano di non vedere alcun vantaggio finanziario nel trasferire i workload esistenti. Questo cambio di tono ci ha spinto a esaminare con uno sguardo nuovo società come Red Hat e VMware, che il mercato aveva già condannato basandosi sulle previsioni che Amazon avrebbe detenuto l’intero universo. Le nostre analisi ci hanno spinto a ritenere che queste società avessero un futuro brillante e abbiamo quindi acquistato sia Red Hat che VMware. Allo stesso tempo, le nostre ricerche ci hanno suggerito di mantenere il sovrappeso su Amazon. Anche se la quota di mercato di Amazon in questo segmento sarebbe stata inferiore rispetto alle previsioni, il mercato totale era superiore alle aspettative e ciò è stato positivo per la società.
 

Siamo riusciti a capire le evoluzioni dell’universo del cloud computing grazie alle nostre capacità di realizzare sondaggi presso i clienti, partecipare a conferenze e discutere con diversi consulenti esperti nel campo. Questa storia dimostra a che punto la generazione di alfa derivi dalla possibilità, grazie alle risorse necessarie, di realizzare ricerche approfondite.
 

201810‑636785

 

Rischi principali – I seguenti rischi sono pertinenti relativamente alla strategia presentata in questo materiale: Transazioni in titoli denominati in valuta estera possono essere soggette a fluttuazioni dei tassi di cambio e possono incidere sul valore di un investimento. La strategia è soggetta alla volatilità correlata all’investimento azionario, e il suo valore può fluttuare più di quello di una strategia che investe in titoli orientati a generare reddito.
 

Informazioni importanti

Questo materiale è fornito a scopo esclusivamente informativo. Il materiale non costituisce né si prefigge di fornire una consulenza di alcun genere, neppure in materia di investimento fiduciario; si consiglia ai potenziali investitori di richiedere una consulenza legale, finanziaria e fiscale indipendente prima di assumere qualsiasi decisione d'investimento. Le società del gruppo T. Rowe Price, incluse T. Rowe Price Associates, Inc. e/o le sue affiliate, ottengono ricavi dai prodotti e servizi di investimento di T. Rowe Price. I rendimenti passati non costituiscono un’indicazione affidabile di quelli futuri. Il valore di un investimento e l’eventuale reddito da esso derivante possono aumentare o diminuire. Gli investitori possono ottenere un importo inferiore rispetto a quello investito.

Il presente materiale non costituisce distribuzione, offerta, invito, raccomandazione o sollecitazione personale o generale all'acquisto o alla vendita di titoli in alcuna giurisdizione, né allo svolgimento di qualsiasi attività di investimento specifica. I contenuti del presente materiale non sono stati verificati da alcuna autorità di vigilanza in alcuna giurisdizione.

Le informazioni e le opinioni qui presentate sono state ottenute o tratte da fonti ritenute affidabili e aggiornate; tuttavia, non siamo in grado di garantirne l'accuratezza né l'esaustività. Non vi è alcuna garanzia che eventuali previsioni si concretizzino. I pareri qui contenuti sono espressi alla data indicata sul materiale e sono soggetti a cambiamento senza preavviso; questi pareri possono differire da quelli di altre società del gruppo T. Rowe Price e/o di loro associate. Il materiale non dovrà essere, in nessun caso, copiato né ridistribuito, in tutto o in parte, in assenza del consenso di T. Rowe Price.

Il materiale non è destinato ad essere utilizzato da persone che siano in giurisdizioni che vietino o limitino la distribuzione del materiale e in alcuni paesi tale materiale è fornito solo su richiesta specifica.

Il presente documento non è finalizzato alla distribuzione ai clienti retail in alcuna giurisdizione.