Skip to main content

Seleziona il tuo Paese

Selezione corrente

Italia
Italiano
Canada
Stati Uniti
Australia
Hong Kong
Giappone
Nuova Zelanda
Singapore
Corea del Sud
Austria
Belgio
Danimarca
Estonia
Finlandia
Francia
Germania
Islanda
Irlanda
Italia
Lettonia
Lituania
Lussemburgo
Paesi Bassi
Norvegia
Portogallo
Spagna
Svezia
Svizzera
Regno Unito

Ottobre 2022 / INVESTMENT INSIGHTS

Healthcare: Investire nella trasformazione tecnologica

Un'ondata di innovazione alla base del successo dei vaccini a mRNA

Mentre il mondo non è ancora riemerso del tutto dalla pandemia di coronavirus, lo straordinario successo del programma vaccinale messo in moto da questo evento ha già segnato un traguardo epocale nella storia della scienza medica e dell'industria sanitaria. In T. Rowe Price vediamo il rapido sviluppo dei vaccini, in particolare quelli che utilizzano la nuova tecnologia mRNA (acido ribonucleico messaggero), solo come un elemento del cambio di passo di più ampia portata nel campo delle scoperte mediche. Dal nostro punto di vista, l'ondata di innovazione che ci aspettiamo nel prossimo decennio offre una vasta gamma di opportunità per gli investitori pazienti e selettivi.

Al centro della nostra strategia e tesi d'investimento c'è il fatto che medici e pazienti stanno appena iniziando a raccogliere i frutti di anni e anni di grandi investimenti e scoperte mediche. La comprensione dei fattori all'origine delle malattie da parte degli scienziati sta avanzando a un ritmo accelerato soprattutto grazie ai progressi della genomica, che studia i geni di un individuo per capire come interagiscono con il loro ambiente. Il Progetto genoma umano, che rappresenta uno sforzo di ricerca internazionale, ha diffuso la prima "bozza di lavoro" con l'intera sequenza del DNA del genoma umano a giugno del 2000. Ma è solo nel corso dell'ultimo decennio circa che le intuizioni derivate dalla genomica hanno trovato applicazione pratica nel trattamento delle malattie e soltanto di recente i test diagnostici e i farmaci a base genetica hanno cominciato a ottenere l'approvazione dagli enti regolatori e a essere rimborsati dalle assicurazioni. 

I tanti progressi dietro ai vaccini a mRNA

Lo sviluppo di vaccini a mRNA altamente efficaci per il Covid-19 sarebbe stato impossibile senza la conoscenza della struttura del DNA non solo umano, ma anche del patogeno invasore. Altrettanto importante è stata la comprensione sempre più profonda del modo in cui le proteine vengono espresse allo stato sano e malato. Usando la tecnologia di Illumina, azienda leader nel sequenziamento genetico, dei ricercatori cinesi hanno pubblicato l'intero genoma del nuovo virus SARS-CoV-2 a poche settimane dalla comparsa dei primi casi. Nel giro di qualche giorno, i ricercatori di Moderna e BioNTech, in collaborazione con Pfizer, sono riusciti a immettere il codice genetico nei loro software e ricavare possibili candidati vaccini in grado di mirare alla proteina spike specifica del virus. Non era mai accaduto che un nuovo vaccino venisse sviluppato così rapidamente: prima di questo, il più veloce era stato quello per la parotite, che aveva richiesto quattro anni di lavoro.  

Lo sviluppo di vaccini a mRNA altamente efficaci per il Covid-19 sarebbe stato impossibile senza la conoscenza della struttura del DNA non solo umano, ma anche del patogeno invasore.

L'impegno di Moderna, Pfizer e BioNTech per ottimizzare le piattaforme di sviluppo mRNA sembra solo agli inizi e noi stiamo monitorando da vicino i progressi compiuti da queste e da altre società. Moderna, per esempio, ha in corso sperimentazioni di fase 3 su un vaccino antinfluenzale, e altre due in fase 1. L'Organizzazione Mondiale della Sanità di solito raccomanda i ceppi influenzali sette mesi prima della stagione dell'influenza, ma con la tecnologia mRNA si potrebbe riuscire a mettere a punto un vaccino in appena tre mesi, il che rappresenta un grosso vantaggio considerando che il virus dell'influenza tende a mutare rapidamente. Anche Moderna e altre aziende stanno lavorando sui vaccini a mRNA per altri due virus comuni: il citomegalovirus (CMV), che può provocare la perdita dell'udito e altri problemi a lungo termine nei neonati, e il virus respiratorio sinciziale (VRS), potenzialmente pericoloso sia per i molto giovani che per gli anziani. Più di recente, Moderna ha annunciato di aver avviato piccole sperimentazioni umane di un vaccino a base di mRNA per l'HIV, che da quarant'anni elude la ricerca di un vaccino efficace. Da parte sua, BioNTech sta lavorando a un vaccino a mRNA contro la malaria, che tuttora provoca circa 400.000 decessi ogni anno. 

L'impegno di Moderna, Pfizer e BioNTech per ottimizzare le piattaforme di sviluppo mRNA sembra solo agli inizi e noi stiamo monitorando da vicino i progressi compiuti da queste e da altre società.

Le nuove intuizioni e tecnologie promettono di mettere a disposizione armi efficaci non solo contro i virus. Grazie alla comprensione più accurata del modo in cui progrediscono nell'organismo i tumori e altre malattie, i ricercatori di varie aziende biotecnologiche stanno sviluppando nuove tecniche o modalità per contrastarne l'avanzata. Alcune stanno compiendo progressi incoraggianti nel campo della terapia cellulare, che riprogramma le cellule immunitarie per uccidere il cancro, mentre altre concentrano gli sforzi sull'editing genetico (ovvero l'alterazione del DNA all'interno di una cellula attraverso un virus appositamente progettato), che è valso a due pionieri di questa tecnica il premio Nobel per la chimica giusto l'anno scorso. L'editing genetico fa intravedere anche l'allettante prospettiva di una cura per le malattie ereditarie e la Food and Drug Administration statunitense ne ha approvato di recente l'utilizzo nelle sperimentazioni cliniche delle terapie contro l'anemia falciforme.

Lo "spazzino cellulare" dell'organismo a rapporto

La degradazione proteica mirata è un'altra frontiera promettente. Decifrare il genoma umano ha permesso di capire più a fondo il proteoma umano, per certi versi analogo, ossia l'insieme delle proteine espresse dalle nostre cellule. Sono decine di migliaia le proteine che regolano lo stato di malattia e di salute, pertanto i ricercatori studiano da sempre possibili modi di eliminare quelle pericolose. I farmaci convenzionali, il silenziamento dell'RNA e l'editing genetico possono attaccare alcuni di questi cattivi elementi, ma gli studiosi hanno scoperto di recente il modo di delegare il compito al più efficiente proteasoma della cellula, spesso chiamato spazzino o inceneritore cellulare. Così come i vaccini sfruttano il sistema immunitario, i farmaci che favoriscono la degradazione proteica fungono da catalizzatori per innescare una risposta protettiva. Negli ultimi anni sono emerse molte aziende biotech focalizzate sulla tecnologia, mentre le grandi aziende farmaceutiche hanno iniziato a sviluppare capacità proprie in quest'ambito e a esplorare possibili alleanze. Per esempio, Pfizer ha unito le forze con l'azienda biotecnologica Arvinas per commercializzare una terapia per il cancro al seno basata sulla degradazione proteica messa a punto da quest'ultima.

Come nel caso delle interazioni dei geni, anche il meccanismo di funzionamento di decine di migliaia di proteine nell'organismo umano è altamente complesso. Oggi i ricercatori possono sfruttare i progressi dell'intelligenza artificiale (AI) per comprenderlo meglio. A luglio del 2021, il laboratorio pioniere dell'AI DeepMind, controllato da Alphabet, ha diffuso le forme predittive di 350.000 proteine, incluse tutte quelle del proteoma umano. La speranza è che arrivando a capire la forma e il meccanismo di ripiegamento delle proteine i ricercatori riescano a sviluppare molecole in grado di legarsi alle proteine e mettere a punto nuove terapie.

Diagnosi precoce e cure più tempestive dei tumori

Le biopsie liquide sono un'altra novità che stiamo seguendo con attenzione. Molti tumori lasciano tracce nel sangue del soggetto colpito, anche note come DNA tumorale in circolo (ctDNA). Una nuova generazione di società sta sviluppando le cosiddette biopsie liquide che riescono a individuare vari tipi di ctDNA. Per esempio, Guardant Health ha sviluppato un test per lo screening di mutazioni in 70 geni diversi all'origine di alcune forme di cancro. Secondo le indicazioni ricavate dai primi dati, le biopsie liquide riescono a individuare il cancro con la stessa efficacia dei prelievi bioptici tradizionali, chirurgici o con ago, che oltre a essere dolorosi possono creare complicazioni. Ma la cosa più importante è che le biopsie liquide permettono di individuare e quindi trattare le patologie oncologiche in uno stadio iniziale, riuscendo potenzialmente a salvare milioni di vite ogni anno.

Chiaramente non tutte le innovazioni ruotano intorno alle aziende biotech e al livello cellulare: i progressi compiuti dalle società che producono strumenti per le scienze della vita hanno contribuito in misura determinante al successo dei vaccini anti-Covid a base di mRNA. Per esempio, per inserire l'mRNA nelle cellule le aziende farmaceutiche hanno fatto affidamento sulle innovazioni nella produzione di liposomi, sostanzialmente bolle di grasso microscopiche che circondano e proteggono il fragile mRNA. Il processo di produzione dei nuovi vaccini è stato accelerato grazie all'impiego di sacche monouso per il bioprocesso, in luogo dei bioreattori con cilindri giganti in acciaio inossidabile. Ognuna di queste sacche di nuova generazione è in grado di produrre centinaia di migliaia di dosi e questo ha consentito di arrivare alla produzione di mRNA su scala commerciale nel giro di pochi mesi, invece dei due o tre anni tradizionalmente necessari per mettere in funzione un impianto produttivo. 

Altre innovazioni in campo medico promettono non solo vantaggi per la salute, ma anche possibili opportunità per gli investitori. La digitalizzazione dell'assistenza sanitaria è un'area di grande interesse per noi. Stanno emergendo piattaforme per aggregare i dati dei pazienti in modo da effettuare raccolte e analisi dei dati più efficaci, con la prospettiva di promuovere piani terapeutici e assistenziali personalizzati. I dispositivi indossabili e di altro tipo sono anche in grado di inviare le informazioni sanitarie dei pazienti via internet, segnalando ai medici eventuali deterioramenti di malattie croniche. Per esempio, i macchinari che erogano un flusso d'aria costante a pressione positiva (CPAP) se connessi alla rete possono fornire a medici e compagnie assicurative una registrazione notturna dell'efficacia con cui l'utente controlla l'apnea nel sonno.

...le biopsie liquide permettono di individuare e quindi trattare le patologie oncologiche in uno stadio iniziale, riuscendo potenzialmente a salvare milioni di vite ogni anno

Importanza cruciale della selettività per chi investe nel settore sanitario 

Questa ondata di innovazione nelle scienze della salute, specialmente in ambito biofarmaceutico, ha portato alla proliferazione di piccole società che fanno leva su tecnologie e metodi terapeutici emergenti e, sempre più spesso, approdano alla quotazione sul mercato quando sono ancora nelle prime fasi di sviluppo.

Negli ultimi anni abbiamo visto un'esplosione di nascite nello spazio biotech, in cui le nuove aziende quotate sono passate da circa 200 a più di 700. Un accesso facile ai capitali è cruciale per spingere l'innovazione, ma l'universo di società ad azionariato diffuso in continua espansione e l'accelerazione della cosiddetta disruption creano non poche insidie per gli investitori.

Per individuare gli attori vincenti in questo ambiente così affollato serve un approccio attivo, abbinato a un attento studio dei fondamentali. Grazie al nostro team d'investimento di ampio respiro, che include analisti esperti in varie discipline mediche e scientifiche, e all'approccio d'investimento prudente, confidiamo di essere avvantaggiati nella ricerca di quei soggetti che, in virtù delle loro tecnologie, dei manager competenti e dei vasti mercati cui possono rivolgersi, hanno la possibilità di crescere fino ad acquisire dimensioni molto maggiori.

 

Da tenere d'occhio 

I produttori di articoli e dispositivi medici sembrano ben posizionati per beneficiare della domanda più vivace, ora che i volumi delle procedure diagnostiche e degli interventi chirurgici ordinari si stanno normalizzando dopo i rinvii dovuti alla pandemia di coronavirus. Anche se il ritmo della ripresa in queste aree varierà a seconda del tipo di procedura e del grado di urgenza, ci aspettiamo che quasi tutti gli interventi rinviati saranno riprogrammati e i volumi continueranno ad accelerare nei prossimi due anni circa.

Informazioni importanti

Il materiale ha solo scopo informativo e/o di marketing e non è un consiglio o una raccomandazione di investimento. Consigliamo ai potenziali investiori di richiedere una consulenza legale, finanziaria e fiscale indipendente prima di assumere qualsiasi decisione di investimento. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore di un investimento puó oscillare e gli investitori potrebbero non ottenere l'intero importo investito.

Il materiale non è stato verificato da alcuna autorita di vigilanza in alcuna giurisdizione.

Informazioni e opinioni sono ottenute/ tratte da fonti ritenute affidabili ma non garantiamo completezza ed esaustivitá, né che eventuali previsioni si concretizzino. I pareri contenuti sono soggetti a cambiamento senza preavviso e possono differire da altre società del gruppo T. Rowe Price.

È vietata la diffusione, in qualsiasi forma, della pubblicazione e/o dei suoi contenuti. Il materiale è destinato all’uso esclusivo in Italia. Vietata la distribuzione retail.

Articolo precedente

Ottobre 2022 / INVESTMENT INSIGHTS

Perché adottare un'esposizione strategica all'high yield
Prossimo Articolo

Ottobre 2022 / INVESTMENT INSIGHTS

Azionario USA: Opportunità di alfa con i mercati in evoluzione
202210-2457389

Settembre 2022 / INVESTMENT INSIGHTS

Mercati, il cambio di regime richiede nuove idee

Mercati, il cambio di regime richiede nuove idee

Mercati, il cambio di regime richiede nuove...

C'è ancora potenziale di generazione di alfa per chi si adatta al nuovo paradigma

Di Justin Thomson

Justin Thomson Head of International Equity

Stai per uscire dal sito web di T. Rowe Price

T. Rowe Price non è responsabile per il contenuto di siti esterni, inclusi i dati di performance ivi contenuti. I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri.