Skip to main content

Gennaio 2021 / GLOBAL MARKET OUTLOOK

Dispersione di stili e disruption

Privilegiamo i settori ciclici che sono stati duramente colpiti dalla pandemia

La pandemia ha notevolmente accelerato l'adozione di nuove tecnologie e nuovi modelli di business - dalle videoconferenze alla telemedicina, alla consegna di pasti a domicilio - necessari alle aziende e ai consumatori in una fase di emergenza sanitaria pubblica.

Entrando nel 2021, la domanda chiave per gli investitori azionari è se le vaccinazioni di massa e un rapido calo dei nuovi casi di Covid-19 possano stimolare una rotazione verso settori ciclici, che sono posizionati per beneficiare di condizioni economiche più vicine alla normalità.

Secondo gli esperti, "la pandemia ha cambiato radicalmente il modo in cui i consumatori hanno speso tempo e denaro,  su una scala senza precedenti". La spesa per beni e servizi come iscrizioni a palestre, chirurgia non urgente, cure dentistiche, parchi a tema e ristoranti è diminuita dal 50% all'80%.

La seconda metà del 2021 potrebbe vedere una parziale inversione di tendenza. Se il progresso delle vaccinazioni favorirà la ripresa economica, molte delle industrie gravemente danneggiate dalla pandemia potrebbero vedere i loro fondamentali migliorare rapidamente, tornando ai livelli di utili del 2019 in tempi brevi.

Allo stesso modo, tuttavia, uno spostamento degli investimenti verso i settori "perdenti" del Covid potrebbe avvenire a scapito delle industrie che molti investitori azionari hanno acquistato in modo aggressivo durante la pandemia, in particolare tecnologia, e-commerce, social media e housing.

La rinascita del value

In termini di stile, una ripresa ciclica più normale potrebbe continuare a premiare il "value" rispetto al "growth", producendo un'inversione della tendenza che aveva affermato il dominio dei titoli ad alta crescita e una dispersione senza precedenti delle performance azionarie osservate dalla crisi finanziaria globale del 2008-2009 (Figura 1).

Segnali di rotazione sono già apparsi alla fine del 2020 in risposta alle notizie sullo sviluppo di vaccini. Tuttavia, anche le valutazioni per molti settori "vincitori" nel corso della pandemia hanno continuato a salire, ma queste aziende potrebbero affrontare un difficile confronto sulla crescita degli utili anno su anno nel 2021.

Un ritorno ai modelli pre-pandemici di spesa per i consumi potrebbe migliorare ulteriormente l'attrattiva di alcuni settori, come i finanziari e l'energia, che sono fortemente rappresentati nell'universo del "value" rispetto ai titoli tecnologici, che dominano i principali benchmark "growth" (Figura 2).

Per i nostri esperti, "Il contesto per il 'value investing' selettivo non è mai stato così favorevole  nell'ultimo decennio". Tuttavia, i guadagni osservati in molti settori value alla fine del 2020 suggeriscono che il mercato possa aver già scontato alcuni dei vantaggi di una ripresa più rapida. 

Dopo un'era di dominio del growth, il value potrebbe essere pronto per un rimbalzo

(Fig.1) Indice MSCI World Value a confronto con l'indice MSCI World Growth, dati in dollari USA 

Dopo un'era di dominio del growth, il value potrebbe essere pronto per un rimbalzo

Dati al 30 novembre 2020.

I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.
Fonte: MSCI tramite FactSet (vedi informazioni aggiuntive).

Opportunità e rischi del settore

Secondo gli esperti, Il settore finanziario e l'energetico potrebbero offrire opportunità "value" a breve termine potenzialmente interessanti nel 2021:

  • Finanziari: l'irripidimento delle curve dei rendimenti ha migliorato i margini di prestiti netti, e le riserve accantonate per coprire le perdite previste sembrano essere maggiori del previsto.
  • Energia: un ampio crollo della spesa in conto capitale potrebbe ridurre le forniture di petrolio e gas, sostenendo potenzialmente i prezzi. Un allentamento della pandemia potrebbe aumentare i viaggi nel 2021, rilanciando la domanda. Tuttavia, le prospettive a più lungo termine per i produttori di combustibili fossili tradizionali continuano a essere messe a dura prova dalle energie rinnovabili e dalle pressioni normative verso la transizione energetica.

A nostro avviso, gli investitori alla ricerca di opportunità sull'universo value dovranno prestare attenzione alla selezione dei titoli. A tal fine, gli esperti raccomandano di cercare società che appaiano ben posizionate per uscire dalla pandemia con vantaggi competitivi duraturi, evitando le aziende che devono affrontare sfide secolari a lungo termine, come le case automobilistiche convenzionali rimaste indietro nella corsa per dominare i mercati dei veicoli elettrici.

Per i nostri esperti, "occorre saper distinguere tra le aziende che possono aspettarsi normali recuperi ciclici e quelle che affrontano rischi esistenziali". In un tale contesto, una accurata selezione di titoli supportata da grandi risorse di ricerca fondamentale potrebbe essere particolarmente importante.

Un contesto solido per il Value Investing selettivo

(Fig. 2) Pesi settoriali negli indici Russell a larga capitalizzazione

Un contesto solido per il value investing selettivo

Dati al 31 ottobre 2020.

Fonte: Russell tramite FactSet (vedi informazioni aggiuntive).

Informazioni importanti

Il materiale ha solo scopo informativo e/o di marketing e non è un consiglio o una raccomandazione di investimento. Consigliamo ai potenziali investiori di richiedere una consulenza legale, finanziaria e fiscale indipendente prima di assumere qualsiasi decisione di investimento. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore di un investimento puó oscillare e gli investitori potrebbero non ottenere l'intero importo investito.

Il materiale non è stato verificato da alcuna autorita di vigilanza in alcuna giurisdizione.

Informazioni e opinioni sono ottenute/ tratte da fonti ritenute affidabili ma non garantiamo completezza ed esaustivitá, né che eventuali previsioni si concretizzino. I pareri contenuti sono soggetti a cambiamento senza preavviso e possono differire da altre società del gruppo T. Rowe Price.

È vietata la diffusione, in qualsiasi forma, della pubblicazione e/o dei suoi contenuti. Il materiale è destinato all’uso esclusivo in Italia. Vietata la distribuzione retail.

Articolo precedente

Gennaio 2021 / GLOBAL MARKET OUTLOOK

Creatività in un'era di bassi rendimenti
Prossimo Articolo

Gennaio 2021 / GLOBAL MARKET OUTLOOK

Una strada irregolare verso la ripresa
202012‑1435169

Gennaio 2021 / GLOBAL MARKET OUTLOOK

Una strada irregolare verso la ripresa

Una strada irregolare verso la ripresa

Una strada irregolare verso la ripresa

I nuovi vaccini potrebbero accelerare la ripresa e stimolare i settori più ciclici

Di Justin Thomson, David Giroux & Mark Vaselkiv

Di Justin Thomson, David Giroux & Mark Vaselkiv

Gennaio 2021 / GLOBAL MARKET OUTLOOK

Creatività in un'era di bassi rendimenti

Creatività in un'era di bassi rendimenti

Creatività in un'era di bassi rendimenti

A caccia di opportunità nel reddito fisso

Di Justin Thomson, David Giroux & Mark Vaselkiv

Di Justin Thomson, David Giroux & Mark Vaselkiv

Gennaio 2021 / GLOBAL MARKET OUTLOOK

Politica e Pandemia

Politica e Pandemia

Politica e Pandemia

Le tensioni geopolitiche potrebbero influenzare i mercati

Di Justin Thomson, David Giroux & Mark Vaselkiv

Di Justin Thomson, David Giroux & Mark Vaselkiv

Stai per uscire dal sito web di T. Rowe Price

T. Rowe Price non è responsabile per il contenuto di siti esterni, inclusi i dati di performance ivi contenuti. I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri.