Skip to main content
Vai al contenuto

Marzo 2024 / INVESTMENT INSIGHTS

Mercati emergenti pronti per un anno di tagli dei tassi di interesse

L’inflazione continua a diminuire, preparando il terreno per ulteriori tagli dei tassi nei mercati emergenti

Punti essenziali

  • Inflazione e politica monetaria: Nei mercati emergenti (ME) l’inflazione continua a scendere, facendo aumentare il numero dei Paesi che potrebbero tagliare i tassi nel 2024.
  • Crescita e politica fiscale: A causa del momento ancora sfavorevole, difficilmente l’economia cinese sarà il motore della crescita dei ME.  
  • Tassi, credito e valute: Le prospettive sui tassi locali dei ME sono favorevoli, mentre i segnali del fatto che gli emittenti di frontiera stanno riconquistando l’accesso al mercato dovrebbero sostenere il debito estero dei ME.

Che cosa riserva il 2024 per i mercati emergenti (ME)? Dopo una performance piuttosto solida del 2023, è possibile che presto si avrà una battuta d’arresto, poiché i mercati stanno scontando un perfetto scenario di soft-landing. Ma, naturalmente, non abbiamo la certezza che sarà così, e il modo in cui evolverà questo scenario globale nei prossimi mesi avrà implicazioni importanti sul sentiment verso gli asset dei ME.

Inflazione e politica monetaria

Via libera a ulteriori tagli dei tassi

L’inflazione è diminuita rapidamente, dopo che gli shock dell’offerta dovuti alla pandemia e al conflitto in Ucraina sono stati in gran parte risolti. Nell’Europa centrale e orientale l’inflazione di fondo prosegue il suo trend al ribasso, mentre in Asia - dove in generale i problemi dell’inflazione erano meno gravi - i prezzi core hanno ripreso il loro andamento storico, riavvicinandosi ai minimi. In America Latina ci sono segnali del fatto che i prezzi core stanno incontrando una certa resistenza dopo una rapida decelerazione, ma servono più dati per capire se questo sia l’inizio di un trend. In generale, tuttavia, i progressi compiuti nella riduzione dell’inflazione danno il via libera a ulteriori tagli dei tassi di interesse.

...i progressi compiuti nella riduzione dell’inflazione danno il via libera a ulteriori tagli dei tassi di interesse.

Le banche centrali dei ME stanno guidando i mercati sviluppati in questa svolta nel ciclo dei tassi di interesse. Abbiamo già visto i primi tagli in alcuni Paesi dell’America Latina e dell’Europa centrale e orientale, e prevediamo che proseguiranno e si estenderanno anche ad altri Paesi sviluppati nel 2024. Pare che non ci sia molto da fare per fermare i tagli delle banche centrali dei ME, soprattutto ora che anche la Reserve Bank sembra intenzionata a iniziare l’allentamento. Questo potrebbe abbassare la soglia minima dei tassi delle banche centrali dei ME e dovrebbe contribuire a ridurre il timore di un taglio troppo anticipato rispetto ai mercati sviluppati, generando il rischio di instabilità valutaria.

Crescita e politica fiscale

Difficilmente la Cina sarà il motore della crescita dei ME

C’è il potenziale per una modesta ripresa della crescita economica dei ME quest’anno, guidata dall’Europa centrale e orientale. Tuttavia, coloro che sperano che la Cina possa offrire ulteriore slancio probabilmente resteranno delusi. La seconda economia mondiale continua ad affrontare difficoltà strutturali dovute alla debole crescita dei redditi, al ridimensionamento del settore immobiliare e ai problemi fiscali del governo locale. In questo scenario, è improbabile che la Cina possa essere il motore di crescita che è stata in passato, pertanto i ME dovranno individuare nuovi fattori di crescita, ad esempio nella domanda interna, nelle energie pulite, o in altre fonti.

Sul piano estero, i saldi delle partite correnti sono piuttosto solidi nei grandi Paesi dei ME. I disavanzi non sono fuori controllo come in alcune economie sviluppate e dovrebbero rimanere relativamente stabili quest’anno, anche se restano piuttosto alti rispetto al passato. Le elezioni potrebbero essere una parte importante di questa dinamica, poiché esiste il rischio di erosione fiscale nei grandi Paesi emergenti, come il Messico e l’India, mentre si avvicinano al voto.

Lo scenario globale è importante per i ME

(Fig. 1) Come potrebbero comportarsi i ME in diversi scenari economici globali

Lo scenario globale è importante per i ME

Aggiornato a gennaio 2024.
A scopo puramente illustrativo. Le presenti informazioni non devono essere considerate come una consulenza finanziaria o una raccomandazione a intraprendere un’azione di investimento specifica.
Fonte: T. Rowe Price.

Tassi, credito e valute

Ottimisti sui tassi locali

Le prospettive sui tassi locali dei ME restano favorevoli mentre l’inflazione continua a diminuire, preparando il terreno per nuovi tagli. L’attuale ciclo di tagli è ancora nella sua fase intermedia, e mentre l’anno procede è probabile che altri Paesi sviluppati decidano di abbassare i tassi.

Per quanto riguarda i mercati emergenti esteri, nell’asset class c’è una spaccatura. A livello di asset class in generale, gli spread sembrano interessanti, ma questo è in gran parte dovuto al fatto che gli emittenti sono in difficoltà finanziarie o in default. Tranne in questi casi, i livelli degli spread sono contratti. Quest’anno, probabilmente la fonte principale dei rendimenti totali sarà il carry. Eventuali rendimenti superiori probabilmente dipenderanno dalla capacità degli emittenti di frontiera di riconquistare l’accesso al mercato e/o dalla risoluzione delle ristrutturazioni del debito in corso. Per quanto riguarda i primi, ci sono già alcuni segnali incoraggianti su questo fronte, dato che per ora sia la Costa d’Avorio che il Kenya sono tornati a rivolgersi ai mercati dei capitali globali per ottenere finanziamenti nel 2024.

Per quanto riguarda le valute dei ME, probabilmente nel 2024 saranno le differenze tra i tassi di interesse a farla da padrone, a meno che un significativo aumento della crescita non sposti l’attenzione da qui. Ultimamente le differenze tra i tassi hanno favorito le valute dell’America Latina e dell’Europa centrale e orientale rispetto a quelle asiatiche, ma probabilmente le cose cambieranno quando nelle prime regioni inizieranno i tagli, mentre la maggior parte dei Paesi asiatici resta in attesa.

Panoramica delle principali elezioni che si svolgeranno nei ME nel 2024

(Fig. 2) Le elezioni metteranno alla prova la fiducia dei mercati, fornendo indicazioni sulle politiche future

Panoramica delle principali elezioni che si svolgeranno nei ME nel 2024

Aggiornato al 31 gennaio 2024.
Le bandiere e gli stemmi nazionali raffigurati non intendono indicare affiliazioni, autorizzazioni, sponsorizzazioni o approvazioni.
Le date delle elezioni sono provvisorie e potrebbero variare. Analisi di T. Rowe Price.

Informazioni importanti

Il materiale ha solo scopo informativo e/o di marketing e non è un consiglio o una raccomandazione di investimento. Consigliamo ai potenziali investiori di richiedere una consulenza legale, finanziaria e fiscale indipendente prima di assumere qualsiasi decisione di investimento. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore di un investimento puó oscillare e gli investitori potrebbero non ottenere l'intero importo investito.

Il materiale non è stato verificato da alcuna autorita di vigilanza in alcuna giurisdizione.

Informazioni e opinioni sono ottenute/ tratte da fonti ritenute affidabili ma non garantiamo completezza ed esaustivitá, né che eventuali previsioni si concretizzino. I pareri contenuti sono soggetti a cambiamento senza preavviso e possono differire da altre società del gruppo T. Rowe Price.

È vietata la diffusione, in qualsiasi forma, della pubblicazione e/o dei suoi contenuti. Il materiale è destinato all’uso esclusivo in Italia. Vietata la distribuzione retail.

Articolo precedente

Marzo 2024 / INVESTMENT INSIGHTS

Il caso del value
Prossimo Articolo

Marzo 2024 / INVESTMENT INSIGHTS

AI generativa: le implicazioni per gli investimenti
202402-3362204

Dicembre 2023 / MARKET OUTLOOK

Outlook di mercato per l'Asia

Outlook di mercato per l'Asia

Outlook di mercato per l'Asia

Dove vediamo opportunità in Asia

Di Anh Lu

Anh Lu Portfolio Manager