INVESTMENT INSIGHTS

Settore sanitario: trovare valore evitando le trappole

Marianna Korpusova , Investment Professional, Settore della salute

Il settore della salute è considerato da sempre relativamente difensivo e meno sensibile al contesto economico rispetto ad altri. Tuttavia, “esso presenta diverse insidie derivanti da possibili riforme giuridiche e normative che stanno mettendo il settore sotto pressione”, afferma Marianna Korpusova, investment professional di T. Rowe Price specializzata nell’analisi delle obbligazioni high yield nel comparto della salute.
 

La sanità si sta profilando come una delle tematiche centrali della campagna elettorale per le elezioni presidenziali del 2020 negli Stati Uniti e il settore sta andando incontro a rischi politici e normativi dato che sia Democratici che Repubblicani sono a favore dell'introduzione di misure volte a ridurre i costi dell’assistenza sanitaria pubblica. Tra le proposte di riforma c’è quella che permetterebbe a Medicare, il programma di assistenza sanitaria nazionale degli Stati Uniti, di negoziare i prezzi dei farmaci o di legarli ad un indice internazionale dei prezzi nei paesi sviluppati.


Tra le altre ipotesi c’è la possibile lotta alle “fatturazioni mediche a sorpresa” nelle quali i pazienti ricevono fatture inaspettate per prestazioni sanitarie effettuate da medici non appartenenti alla rete sanitaria (off-the-network) a tariffe che possono essere molto più elevate rispetto a quelle dei medici appartenenti alla rete (in-network). Inoltre, alcune aziende sanitarie stanno andando incontro a potenziali rischi di controversie riguardanti la distribuzione di oppiacei e la determinazione del prezzo dei farmaci generici.
 

“Sono convinta che il settore della salute mantenga il suo carattere difensivo e poco ciclico e che esistano diverse società sostenibili nelle quali valga la pena investire, ma bisogna prestare davvero molta attenzione a non cadere in queste trappole”, afferma Marianna. “La buona notizia è che si tratta di un settore molto vario. Di conseguenza, esistono diverse opportunità che permettono di evitare i titoli che potrebbero subire i maggiori impatti e di trarre vantaggio da eventuali correzioni al momento giusto.”


Andare al di là dei numeri per avere una visione completa

In T. Rowe Price il nostro approccio di investimento consiste nell’andare oltre l’analisi dei dati nella valutazione delle società in grado di offrire il miglior potenziale futuro. Recandoci direttamente sul campo, approfondiamo le nostre conoscenze e la nostra comprensione dello stato attuale di una società o di un settore e dei probabili andamenti futuri.
 

Per Marianna partecipare a congressi e incontrare i team dirigenziali delle società e i funzionari pubblici è una fase cruciale del processo di ricerca.


“Questa fase di ricerca esterna ha un peso determinante sulle mie valutazioni finali perché è impossibile conoscere davvero una società se ci si affida soltanto ai dati”. “Grazie a questa attività svolta direttamente sul campo, è possibile scoprire molti più elementi di quanto ci dica il semplice esame dei conti; si capiscono le interconnessioni tra le aziende all’interno del settore, e ciò permette di avere una migliore comprensione delle tendenze. E, di conseguenza, di cogliere le inefficienze nel mercato”.
 

Ad esempio, dopo una recente visita a Nashville per incontrare i responsabili degli ospedali e delle società di esternalizzazione del personale medico, Marianna ha deciso di non raccomandare alcune di queste società che forniscono servizi agli ospedali. “Si trattava di aziende che si affidano in misura sostanziale alla fatturazione out-of-network e che quindi sono molto vulnerabili alla proposta di riforma che vedrebbe l’imposizione di un tetto massimo pari al livello mediano delle tariffe in-network”, afferma.

Questa fase di ricerca esterna ha un peso determinante sulle mie valutazioni finali perché è impossibile conoscere davvero una società se ci si affida soltanto ai dati.

La ricerca permette di individuare opportunità nelle fasi di  turnaround

D’altra parte, Marianna si è fatta un’opinione molto positiva di Bausch Health Companies (precedentemente Valeant Pharmaceuticals), una multinazionale specializzata nel settore farmaceutico, che ha dimostrato di essersi ripresa da un passato difficile in cui aveva raggiunto livelli di indebitamento troppo elevati.
 

Grazie a diverse riunioni con il nuovo team dirigenziale della società “ho potuto rafforzare la mia convinzione che l’azienda si trova adesso su una traiettoria di crescita. Inoltre, la sua esposizione ai diversi rischi che incombono sul settore è contenuta”. Nella prima metà del 2019 le obbligazioni di Bausch figuravano tra i titoli più performanti del mercato high yield USA.
 

Nel contesto attuale, afferma Marianna, “è difficile trovare società del settore sanitario che non siano esposte ad un rischio normativo o di controversie, ma le opportunità esistono, a condizione di fare bene le proprie ricerche.”


I titoli specifici individuati e descritti non rappresentano tutti i titoli acquistati, venduti o raccomandati per il portafoglio e non è possibile presumere che i titoli individuati e trattati si siano dimostrati o si dimostreranno redditizi.
 

Informazioni importanti

Il materiale ha solo scopo informativo e/o di marketing e non è un consiglio o una raccomandazione di investimento. Consigliamo ai potenziali investiori di richiedere una consulenza legale, finanziaria e fiscale indipendente prima di assumere qualsiasi decisione di investimento. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore di un investimento puó oscillare e gli investitori potrebbero non ottenere l'intero importo investito.

Il materiale non è stato verificato da alcuna autorita di vigilanza in alcuna giurisdizione.

Informazioni e opinioni sono ottenute/ tratte da fonti ritenute affidabili ma non garantiamo completezza ed esaustivitá, né che eventuali previsioni si concretizzino. I pareri contenuti sono soggetti a cambiamento senza preavviso e possono differire da altre società del gruppo T. Rowe Price.

È vietata la diffusione, in qualsiasi forma, della pubblicazione e/o dei suoi contenuti. Il materiale è destinato all’uso esclusivo in Italia. Vietata la distribuzione retail.


201907‑912843