INVESTMENT INSIGHTS

Sfruttare la crescita composta nella regione Asia escl. Giappone

Eric C. Moffett , Portfolio Manager

Punti essenziali

  • La regione Asia escl. Giappone offre agli investitori un set di opportunità ricco ed estremamente vario. Particolarmente interessanti sono le società spesso trascurate che sono in grado di generare una crescita degli utili modesta ma costante, anno dopo anno.
  • Le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina hanno offuscato le prospettive a breve termine nella regione Asia escl. Giappone. Tuttavia, il mercato delle A-share cinesi continua ad offrire numerose opportunità a lungo termine.
  • A Maggio 2019 la strategia Asia Opportunities Equity di T.  Rowe Price ha spento la sua quinta candelina, mettendo a segno extra-rendimenti annuali positivi sin dal lancio, anno dopo anno.

La regione dell’Asia (escl. Giappone) rappresenta un terreno fertile dove poter trovare società di qualità, dotate di buon management e con potenzialità di crescita costante degli utili, anno dopo anno. Al di là dei venti contrari esercitati a breve termine dal conflitto commerciale tra Stati Uniti e Cina, le prospettive a lungo termine per quest’area geografica, grazie in particolare alla solida domanda interna, rimangono incoraggianti.
 

Accedere alle possibilità di investimento in Asia, sempre più numerose, comporta diverse sfide specifiche. Non da ultimo, quella di scovare società potenzialmente vincenti all’interno di un set di opportunità vasto ed estremamente vario. Ed è proprio qui che l’esperienza nella regione e il supporto di un’ampia piattaforma di ricerca globale diventano cruciali permettendo di individuare opportunità interessanti con una certa tempestività.

Affrontare l’incertezza derivante dalle controversie  commerciali

Siamo positivi sulle prospettive a lungo termine per la regione dell’Asia escl. Giappone. La crescita economica cinese, sebbene negli ultimi anni sia rallentata, continua a superare con un buon margine quella di altre economie sviluppate, costituendo un potente motore trainante per il resto della regione. Temi secolari, come l’aumento della ricchezza, i progressi tecnologici e gli sviluppi demografici positivi, forniscono un ulteriore sostegno.
 

Nell’immediato, tuttavia, il conflitto commerciale tra Stati Uniti e Cina crea incertezze, compromettendo le prospettive di crescita degli utili per diverse società cinesi. Da molto tempo la Cina e il mercato delle A-share attirano il nostro entusiasmo, ma l’attuale impasse commerciale getta un’ombra sulla regione nel breve termine. Le trattative sono caratterizzate da un muro contro muro sui dazi che potrebbe, in fin dei conti, avere l’effetto di restringere il margine di negoziazione per entrambe le parti, rendendo ancora più difficile il raggiungimento di un compromesso significativo.
 

In questo contesto non deteniamo posizioni rilevanti nei confronti di società esportatrici o connesse alle controversie commerciali. Verso fine maggio abbiamo inoltre ridotto l’allocazione del portafoglio alla Cina, portandola a un livello neutrale, cogliendo l’occasione per consolidare l’esposizione a pochi titoli per cui nutriamo un’elevata convinzione. A fine maggio circa il 7% del portafoglio rimaneva investito in A-share cinesi, in calo dall’11% di aprile1. L’esposizione è ancora significativamente superiore ai livelli medi detenuti da altri peers e riflette chiaramente il nostro ottimismo sul set di opportunità offerto dalla Cina in un’ottica di più lungo termine.


Accesso ai mercati del Regno di  Mezzo: un cambiamento epocale

Il collegamento tra le borse di Shanghai e Hong Kong, attuato nel 2014 e nel 2016, è stato un evento rivoluzionario in quanto ha permesso agli investitori esteri di accedere per la prima volta alle immense potenzialità del mercato delle A-share cinesi. Malgrado questo cambiamento epocale, la presenza di investitori esteri nel mercato delle A-share cinesi rimane bassa, ad appena circa il 3%.
 

Il bassissimo livello di penetrazione del mercato delle A-share diventa evidente quando si fa il paragone con altri mercati asiatici come Taiwan o Corea, ognuno dei quali ha una presenza di investitori esteri pari a circa il 40% (Grafico 1). Questa divergenza mette in luce l’esistenza di numerose opportunità ancora da sfruttare in Cina e il vasto potenziale offerto agli investitori esteri in un contesto di sviluppo del mercato ancora molto precoce.
 

(Grafico 1) Livello di penetrazione ancora molto basso nel mercato delle A-share cinesi
Confronto tra la presenza di investitori esteri in diversi mercati azionari mondiali
Dati al 31/03/2019

Fonte: Goldman Sachs.


Focus su opportunità di elevata qualità in un’ottica di lungo termine

A maggio 2019 la strategia Asia Opportunities Equity di T.  Rowe Price ha spento la sua quinta candelina. Il composito ha sovraperformato l’indice di riferimento MSCI All Country Asia ex Japan Index (Netto) fin dal lancio, generando ogni anno extra-rendimenti annualizzati positivi2.
 

L’approccio di investimento della strategia si focalizza sulla selezione di titoli ad alta convinzione, puntando a società di elevata qualità e adottando un’ottica di investimento di lungo periodo. Molti investitori nella regione Asia escl. Giappone associano quest’area geografica a investimenti a crescita elevata e, certamente, se si è in grado di selezionare sempre le società giuste, il guadagno può essere eccellente. Tuttavia, il rischio è alto.
 

Privilegiamo investimenti in aziende più stabili, che presentano un ritmo di crescita più moderato. Le società sulle quali puntiamo possono generare una crescita modesta di circa il 15% all’anno, ma hanno le potenzialità di offrire un tale ritmo di crescita in maniera più affidabile e costante durante l’intero ciclo di investimento, anno dopo anno. Tra le caratteristiche che queste società “growth compounder” presentano ci sono tipicamente ottimi team di gestione, crescita prevedibile degli utili, bilanci solidi e buoni livelli di free cash flow.


Incentrare l’allocazione su idee ad elevata convinzione

Privilegiamo società con un alto livello di generazione di flussi di cassa. Di conseguenza il portafoglio tende ad essere naturalmente orientato verso aziende le cui previsioni indicano un aumento del reddito disponibile. Un esempio degno di nota è Yum China, la catena di fast food che gestisce KFC, Pizza Hut e Taco Bell in Cina. Deteniamo questa azienda ad alto livello di generazione di flussi di cassa da ottobre 2016 (e la spin out Yum! dal lancio nel 2014) e al 31/05/2019 figura tra i principali contributi alla sovraperformance del portafoglio durante questo periodo.

Miriamo a società di elevata qualità gestite da ottimi management e le deteniamo nel lungo periodo.
- Eric Moffett Portfolio Manager, T. Rowe Price Asia Opportunities Equity Strategy

Un’altra società ad alta crescita composta presente nella strategia Asia Opportunities Equity dal lancio è China Vanke, uno dei principali costruttori edili del paese. L’investitore estero medio considera le azioni delle società immobiliari cinesi come altamente volatili e investibili soltanto in caso di visione positiva sul ciclo. Tuttavia, se si osservano più da vicino i driver dei ricavi e delle perdite delle società edili in Cina si nota che essi sono principalmente legati alle quote di mercato. Anche se alcuni investitori si aspettano un’ampia fluttuazione dei conti dei costruttori cinesi, stiamo in realtà assistendo a un rapido consolidamento del settore nel quale gli attori principali si stanno accaparrando quote sempre maggiori del mercato immobiliare. In quest’ottica, China Vanke non appare come una storia ciclica, ma piuttosto come uno stabile growth compounder, date le ingenti quote di mercato guadagnate. E poiché molti investitori continuano a mostrarsi nervosi nei confronti dei costruttori edili cinesi, la società scambia ad appena 5 o 6 volte gli utili, con un rendimento da dividendo  del 5%.
 

Un’altra azienda che occupa una posizione di rilievo in un settore in consolidamento è Yixintang Pharmaceutical. La catena farmaceutica cinese quotata sul mercato A-share mira a diventare leader nella Cina sudoccidentale, una regione con una popolazione di circa 200  milioni di persone in pieno sviluppo. La società si occupa principalmente della distribuzione dei farmaci, ma ha il potenziale di diversificarsi in altri prodotti di consumo, come quelli legati alla bellezza e alla salute. Yixintang Pharmaceutical è un altro growth compounder a basso beta, con una strategia in linea con la politica del governo e che potrebbe trarre beneficio dal consolidamento del settore retail farmaceutico in Cina.


Il focus sulla qualità permette di ridurre i rischi di ribasso

Il nostro chiaro impegno nella gestione attiva ad alta convinzione è visibile dalla costruzione del portafoglio. Al 31/05/2019, le prime  20 sulle 53  partecipazioni del portafoglio costituivano il 62% del portafoglio totale. Il focus su società di qualità in grado di generare crescita composta nel tempo si riflette nel fatto che circa il 30% del portafoglio non ha subito alcuna variazione dal lancio3.
 

Un’analisi delle sovraperformance della strategia dal lancio offre anche alcune informazioni importanti e conferma la solida capacità del composito di cogliere il potenziale di rialzo nei mercati in crescita e di limitare il rischio di ribasso quando i mercati sono in calo. Nei cinque anni terminanti il 31/05/2019, l’upside capture era pari al 102% e il downside capture era di appena il 79%4.


Le opportunità sono numerose se si guarda al futuro

Siamo del parere che la regione Asia escl. Giappone continuerà ad offrire opportunità molto interessanti. L’ampio e vario universo presenta una gamma di società di buona qualità, la maggior parte delle quali con valutazioni appetibili. Detto ciò, il contesto a breve termine presenta delle sfide, in particolare quella riguardante la guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina. Si tratta di un contesto propizio all’investimento basato sulla ricerca e sulle idee ad alta convinzione.
 

Nell’ambito della strategia Asia Opportunities Equity di T.  Rowe Price continuiamo a seguire un approccio coerente e collaudato nel tempo, basato sull’individuazione di aziende di qualità che generano flussi di cassa, dotate di un buon management, e le deteniamo allo scopo di sfruttare il potenziale di crescita composta nel tempo.


Da tenere d’occhio

Manteniamo la nostra visione positiva a lungo termine sulla Cina ma siamo consapevoli del rischio elevato nel breve periodo, dovuto al conflitto commerciale con gli Stati Uniti, di cui monitoriamo da vicino gli sviluppi. Dopo lo stop dei negoziati a maggio, i Presidenti Donald Trump e Xi Jinping hanno di recente deciso congiuntamente di riaprire nuovamente il tavolo delle trattative. Per adesso si tratta di un fattore positivo, ma le parole sono utili solo fino a un certo punto.



1
Fonte: T. Rowe Price, dati al 31/05/2019.

2 Fonte: T. Rowe Price e MSCI (si veda l’informativa aggiuntiva). Gli importi sono calcolati in USD, al netto delle commissioni, performance su periodi mobili di 12 mesi, nell’arco temporale: 21/05/2014 (data di lancio del composito) al 31/05/2019. Le performance riflettono il reinvestimento dei dividendi e sono al netto delle trattenute alla fonte.

3 Fonte: T. Rowe Price, dati al 31/05/2019. Il portafoglio rappresentativo costituisce una selezione del composito che rispecchia, a nostro parere, più fedelmente l’attuale stile di gestione del portafoglio per la strategia. La performance non è un criterio per la selezione del portafoglio rappresentativo. Le caratteristiche del  portafoglio rappresentativo qui riportato possono differire da quelle di altre selezioni nella strategia.

4 Fonte: T. Rowe Price, dati al 31/05/2019.



Rischi principali
– Riportiamo di seguito i rischi che rivestono importanza significativa per la strategia presentata in questo materiale. Le transazioni in titoli denominati in valuta estera sono soggette alle fluttuazioni dei tassi di cambio che possono incidere sul valore di un investimento. I rendimenti possono essere più volatili rispetto a quelli di altri mercati più avanzati, a causa di variazioni nelle condizioni politiche, economiche e di mercato.


Informativa aggiuntiva

MSCI, con le relative società affiliate e le fonti e i fornitori terzi (collettivamente, "MSCI"), non fornisce garanzie o dichiarazioni, esplicite o implicite, e non assume alcuna responsabilità riguardo ai dati MSCI qui riportati. Non è consentito ridistribuire o riutilizzare i dati MSCI come base per altri indici, titoli o prodotti finanziari. La presente relazione non è stata approvata, rivista né prodotta da MSCI. Le analisi e i dati storici MSCI non devono essere considerati come un'indicazione o una garanzia di analisi o previsioni di performance future. In nessun caso i dati MSCI sono da intendersi come una consulenza di investimento o una raccomandazione ad adottare (o non adottare) decisioni di investimento di qualsiasi tipo e non sono una base su cui fare affidamento a tale scopo.
 

Informazioni importanti

Questo materiale è fornito a scopo esclusivamente informativo. Il materiale non costituisce né si prefigge di fornire una consulenza di alcun genere, neppure in materia di investimento fiduciario; si consiglia ai potenziali investitori di richiedere una consulenza legale, finanziaria e fiscale indipendente prima di assumere qualsiasi decisione d'investimento. Le società del gruppo T. Rowe Price, incluse T. Rowe Price Associates, Inc. e/o le sue affiliate, ottengono ricavi dai prodotti e servizi di investimento di T. Rowe Price. I rendimenti passati non costituiscono un’indicazione affidabile di quelli futuri. Il valore di un investimento e l’eventuale reddito da esso derivante possono aumentare o diminuire. Gli investitori possono ottenere un importo inferiore rispetto a quello investito.

Il presente materiale non costituisce distribuzione, offerta, invito, raccomandazione o sollecitazione personale o generale all'acquisto o alla vendita di titoli in alcuna giurisdizione, né allo svolgimento di qualsiasi attività di investimento specifica. I contenuti del presente materiale non sono stati verificati da alcuna autorità di vigilanza in alcuna giurisdizione.

Le informazioni e le opinioni qui presentate sono state ottenute o tratte da fonti ritenute affidabili e aggiornate; tuttavia, non siamo in grado di garantirne l'accuratezza né l'esaustività. Non vi è alcuna garanzia che eventuali previsioni si concretizzino. I pareri qui contenuti sono espressi alla data indicata sul materiale e sono soggetti a cambiamento senza preavviso; questi pareri possono differire da quelli di altre società del gruppo T. Rowe Price e/o di loro associate. Il materiale non dovrà essere, in nessun caso, copiato né ridistribuito, in tutto o in parte, in assenza del consenso di T. Rowe Price.

Il materiale non è destinato ad essere utilizzato da persone che siano in giurisdizioni che vietino o limitino la distribuzione del materiale e in alcuni paesi tale materiale è fornito solo su richiesta specifica.

Il presente documento non è finalizzato alla distribuzione ai clienti retail in alcuna giurisdizione.

201907-901227