Skip to main content

Ottobre 2021 / INVESTMENT INSIGHTS

Rally nel "value" USA: è il momento di più qualità

La qualità la farà da padrona nelle azioni value statunitensi

Punti Chiave

  • Nonostante il forte rialzo delle società value statunitensi durante la fine del 2020 e l'inizio del 2021, a nostro avviso il loro pieno potenziale non è ancora esaurito.
  • Mentre la ripresa economica degli Stati Uniti continua, prevediamo una rotazione verso una maggior qualità.
  • Guardando al futuro, ci sono quattro fattori chiave che potrebbero rivelarsi significativi nel plasmare le prospettive per le società di valore statunitensi.

Data la natura senza precedenti della pandemia di coronavirus, la forte ripresa della crescita economica degli Stati Uniti nel 2021 è stata notevole. Analogamente, il mercato azionario statunitense ha registrato un forte rialzo, superando i precedenti livelli di picco in pochi trimestri, con alcune società che hanno registrato risultati di utili vicini ai migliori di sempre all'inizio del 2021.

Uno dei temi di mercato dominanti che emergono alla fine del 2020 e continuano all'inizio del 2021 è stata la forte oscillazione verso società di valore a scapito di titoli orientati alla crescita a prezzi più elevati. Più di recente, tuttavia, il forte impulso dietro le società value si è moderato, con alcuni che suggeriscono che la 'rotazione delle azioni di grande valore' sia già terminata. A nostro avviso questa previsione è un po' prematura.

Il rally delle azioni value non è ancora esaurito

Certamente, i titoli economicamente sensibili hanno avuto una forte corsa all'inizio dell'anno, uscendo da livelli storicamente bassi, quindi una rispresa in queste aree value non è del tutto sorprendente. Tuttavia, il panorama fondamentale non è cambiato. A livello di mercato, la continua ripresa economica è motivo di ottimismo. I consumatori statunitensi dispongono di risparmi pronti per essere spesi. Le scorte aziendali sono scarse, il che potrebbe portare a una ripresa della spesa in conto capitale; Il governo è pronto a lanciare un significativo piano di stimolo fiscale; e la Fed sembra a suo agio nel mantenere la politica monetaria accomodante per qualche tempo.

...i titoli ciclici economicamente sensibili hanno vissuto un rally di inizio anno molto forte, uscendo da livelli storicamente bassi, quindi la ripresa in queste aree value non è stata del tutto sorprendente.

Guardando al futuro, ci aspettiamo un continuo miglioramento nei fondamentali per molte aziende in tutto il mercato. Prevediamo inoltre una rotazione progressiva all'interno del panorama dei titoli value, con gli investitori che spostano gradualmente l'attenzione dalle società all'inizio del ciclo e ad alto valore aggiunto, verso titoli value di qualità superiore come prossimi beneficiari del ciclo economico.

Guardando a più lungo termine, ci sono quattro fattori chiave che riteniamo possano svolgere un ruolo significativo nel plasmare le prospettive per le società value degli Stati Uniti.

Panorama del mercato: crescita e inflazione

L'economia statunitense continua a riprendersi, e le aspettative di consenso per una crescita nella regione del 7%-8% nel 2021 rappresentano un'inversione di tendenza resiliente e robusta. Certamente, parte di questa impennata della crescita economica ha a che fare con il fatto che è partita da una base bassa, dopo un 2020 molto difficile durante il quale la crescita degli Stati Uniti è sostanzialmente crollata. Tuttavia, vale anche la pena notare che le aspettative di consenso sono per un altro anno di crescita simile nel 2022, quindi la strada per una crescita al di sopra del trend sembra ragionevole in questa fase.

Le società ad alto value e cicliche hanno guidato il rimbalzo del mercato azionario statunitense da novembre 2020. L'ampia campagna vaccinale contro il coronavirus ha fornito l'impulso per una significativa rotazione, poiché gli investitori hanno venduto titoli di crescita a prezzi elevati a favore di titoli di valore ciclico ben posizionati per beneficiare della riapertura dell'economia americana. Aree di valore precedentemente non amate, come l'estrazione mineraria, i viaggi, le banche e l'industria, hanno registrato forti guadagni, portando il mercato azionario statunitense al rialzo fino a metà maggio 2021.

Tuttavia, visti gli eventi senza precedenti dello scorso anno, la ripresa, quando è arrivata, era improbabile che fosse lineare, ma piuttosto caratterizzata da fluttuazioni in linea con periodi di mutamento della fiducia e del sentiment degli investitori. L'attuale picco dell'inflazione negli Stati Uniti ne è un buon esempio. L'inflazione dell'indice dei prezzi al consumo ha toccato il 5,4% a luglio 2021, anno su anno, il livello più alto dal 2008, minando la fiducia e stimolando la volatilità del mercato. Il forte aumento solleva interrogativi sul fatto che la crescita dei prezzi in alcune aree dell'economia sia transitorio o sia il primo segnale di un duraturo regime di inflazione più elevata.

Sebbene questo appaia improbabile, a nostro avviso ci sono alcuni elementi inflazionistici attuali che potrebbero essere più transitori e altri che potrebbero rivelarsi  fonte di pressioni al rialzo più a lungo. Ad esempio, alcune delle interruzioni legate allo shock dell'offerta a cui stiamo assistendo attualmente dovrebbero essere di natura a breve termine. Proprio di recente, il terzo porto mercantile più trafficato del mondo, Ningbo-Zhoushan in Cina, ha chiuso completamente uno dei suoi terminal per due settimane a causa delle preoccupazioni per il coronavirus, causando un'enorme interruzione delle catene di approvvigionamento globali. Tuttavia, riteniamo improbabile che questo shock a breve termine abbia un impatto duraturo e dirompente sui costi globali di trasporto. D'altro canto, altre due principali fonti di inflazione attualmente, l'aumento dei costi abitativi e gli stipendi dei dipendenti, sembrano destinate a rimanere componenti importanti nei prossimi mesi.

Performance del settore

La rispettiva performance dei settori orientati al value e alla crescita durante le diverse fasi del ciclo economico sarà probabilmente una considerazione chiave nel prossimo anno e oltre. In generale, la principale differenza tra le due aree di investimento è la grande allocazione verso il settore tecnologico per gli investitori in crescita rispetto a un'allocazione altrettanto significativa ai finanziari come per gli investitori value. Nella misura in cui i titoli tecnologici sovraperformano, molto probabilmente, gli investitori growth supereranno le loro controparti value, mentre è generalmente vero il contrario se le società finanziarie sovraperformano, con gli investitori value che superano la crescita. Storicamente, le aree orientate al valore hanno avuto la tendenza a ottenere i migliori risultati nelle prime fasi della ripresa economica e durante i periodi di maggiore inflazione e/o aumento dei rendimenti obbligazionari.

Storicamente, le aree orientate al value hanno avuto la tendenza a dare i migliori risultati nelle prime fasi della ripresa economica e durante i periodi di maggiore inflazione e/o aumento dei rendimenti obbligazionari.

Innovazione

Sebbene l'innovazione sia un concetto più spesso associato alle aziende orientate alla crescita, dedichiamo molto tempo a cercare di comprendere il cambiamento secolare che sta avvenendo nel mercato e i potenziali rischi e opportunità che si creano.

Siamo continuamente alla ricerca di opportunità per investire in società innovative e talvolta sottostimate dagli investitori stessi. Microsoft, azienda presente da molti anni in diversi nostri portafogli di valore negli Stati Uniti, è un buon esempio di realtà in cui siamo stati in grado di identificare un valore in un'attività che molti investitori value non erano disposti a prendere in considerazione. Al momento del nostro investimento, Microsoft aveva problemi con gli investitori, con la gamma e la qualità dei suoi prodotti visti come in ritardo rispetto ai principali concorrenti come Apple e Alphabet. Con l'annuncio da parte della società di un cambiamento nell'alta dirigenza e dei piani per rifocalizzare l'attività, abbiamo colto l'occasione per costruire una posizione con valutazioni che ritenevamo interessanti. Dal nostro investimento iniziale, Microsoft ha investito molto nell'aggiornamento della gamma e della qualità del suo set di prodotti, ha stretto partnership strategiche per espandere il mercato di tali prodotti e ha aperto nuove aree aziendali in forte crescita, come i sistemi cloud e Servizi.

Sentiment

Dal terzo trimestre del 2020 fino alla fine del primo trimestre del 2021, abbiamo assistito a un mercato azionario statunitense molto forte e guidato dal value. Al centro di questo rally c'è stato lo spostamento positivo del sentiment degli investitori verso le società value. L'annuncio di Pfizer di un vaccino efficace contro il coronavirus ha fatto sperare in una riapertura economica. Ciò, a sua volta, ha innescato un'invesrione di tendenza, con gli investitori che hanno spostato ingenti somme in società di valore di inizio ciclo come probabili principali beneficiari durante una ripresa economica post-pandemia degli Stati Uniti.

In futuro, prevediamo che la qualità aziendale sarà un fattore più influente nel guidare i rendimenti delle società value statunitensi.

Più di recente, tuttavia, il sentiment nei confronti delle società value sembra essersi spostato ancora una volta, con alcune delle aree value più performanti che hanno rinunciato a gran parte dei guadagni dell'anno precedente. Una ripresa dei casi di coronavirus negli ultimi mesi, inclusa l'emergere della variante delta, ha sollevato preoccupazioni per la nascente ripresa economica degli Stati Uniti e ha minato la fiducia nei titoli value più direttamente colpiti. Questo ha visto molti dei flussi di investimento di inizio anno in società di valore invertiti negli ultimi mesi. Tuttavia, vale la pena notare che, all'interno del panorama value, stiamo assistendo ai primi segnali della rotazione prevista, con gli investitori che si spostano da aree più economiche ed economicamente sensibili e si riallocano invece verso società di valore di qualità superiore. In futuro, prevediamo che la qualità aziendale sarà un fattore più influente nel guidare i ritorni delle società di valore negli Stati Uniti.

La costanza del value

A nostro avviso, gli investitori possono prendere in considerazione il mantenimento di un'esposizione coerente alle società statunitensi orientate al value. Questo argomento è stato sicuramente più difficile da sostenere negli ultimi 10 anni, poiché le aziende orientate alla crescita hanno sostanzialmente sovraperformato le loro controparti di valore. Tuttavia, è la potenziale durabilità del valore a essere alla base del nostro approccio all'investimento. Investendo in società value di qualità durante periodi di preoccupazione o controversie, miriamo a raccogliere i frutti in un arco di tempo potenzialmente esteso, poiché i fondamentali aziendali migliorano e gli utili e la crescita del flusso di cassa si riflettono in valutazioni più elevate.

 

Rischi generali di portafoglio

Rischio di capitale: il valore del tuo investimento varia e non è garantito. Sarà influenzato dalle variazioni del tasso di cambio tra la valuta base del portafoglio e la valuta in cui hai sottoscritto, se diversa.

Rischio ESG e sostenibilità: può avere un impatto negativo sostanziale sul valore di un investimento e sulla performance del fondo.

Rischio di controparte: un'entità con cui il portafoglio effettua transazioni potrebbe non adempiere ai propri obblighi nei confronti del portafoglio.

Rischio di concentrazione geografica: nella misura in cui un portafoglio investe gran parte delle sue attività in una particolare area geografica, la sua performance sarà maggiormente influenzata da eventi all'interno di quell'area.

Rischio di copertura: i tentativi di un portafoglio di ridurre o eliminare determinati rischi attraverso la copertura potrebbero non funzionare come previsto.

Rischio del portafoglio di investimento: investire nei portafogli comporta alcuni rischi che un investitore non dovrebbe affrontare se investe direttamente nei mercati.

Rischio di gestione: il gestore degli investimenti oi suoi designati possono a volte trovare i loro obblighi nei confronti di un portafoglio in conflitto con i loro obblighi nei confronti di altri portafogli di investimento che gestiscono (sebbene in tali casi, tutti i portafogli saranno trattati in modo equo).

Rischio operativo: i guasti operativi potrebbero portare a interruzioni delle operazioni di portafoglio o perdite finanziarie.

IMPORTANT INFORMATION

This material is being furnished for general informational and/or marketing purposes only. The material does not constitute or undertake to give advice of any nature, including fiduciary investment advice, nor is it intended to serve as the primary basis for an investment decision. Prospective investors are recommended to seek independent legal, financial and tax advice before making any investment decision. T. Rowe Price group of companies including T. Rowe Price Associates, Inc. and/or its affiliates receive revenue from T. Rowe Price investment products and services. Past performance is not a reliable indicator of future performance. The value of an investment and any income from it can go down as well as up. Investors may get back less than the amount invested.

The material does not constitute a distribution, an offer, an invitation, a personal or general recommendation or solicitation to sell or buy any securities in any jurisdiction or to conduct any particular investment activity. The material has not been reviewed by any regulatory authority in any jurisdiction.

Information and opinions presented have been obtained or derived from sources believed to be reliable and current; however, we cannot guarantee the sources' accuracy or completeness. There is no guarantee that any forecasts made will come to pass. The views contained herein are as of the date noted on the material and are subject to change without notice; these views may differ from those of other T. Rowe Price group companies and/or associates. Under no circumstances should the material, in whole or in part, be copied or redistributed without consent from T. Rowe Price.

The material is not intended for use by persons in jurisdictions which prohibit or restrict the distribution of the material and in certain countries the material is provided upon specific request.  

It is not intended for distribution to retail investors in any jurisdiction.

Articolo precedente

Ottobre 2021 / MARKETS & ECONOMY

Banche protagoniste nella lotta ai cambiamenti climatici
Prossimo Articolo

Ottobre 2021 / OBBLIGAZIONARI

La Serbia e il mistero dei 747
202110‑1844972
FONDO CORRELATO
SICAV
Classe I
ISIN LU0133100338
Un portafoglio di circa 70-80 migliori idee, selezionate nel segmento large cap statunitense, con un valore intrinseco e un potenziale di rialzo al momento ignorato dal mercato. Cerchiamo aziende di alta qualità, con un management efficace che a nostro avviso può apportare miglioramenti significativi all'attività societaria.
Visualizza Altro...

Stai per uscire dal sito web di T. Rowe Price

T. Rowe Price non è responsabile per il contenuto di siti esterni, inclusi i dati di performance ivi contenuti. I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri.