Vai al contenuto

Capitale a rischio. I rendimenti passati non sono indicativi dei risultati presenti o futuri e non dovrebbero essere l'unico fattore considerato per selezionare un prodotto o una strategia.

I fondi elencati non rappresentano una lista esaustiva dei fondi disponibili. Si prega di visitare il sito internet www.funds.troweprice.com per accedere all’intera gamma di fondi offerta da T. Rowe Price, che include quei fondi che promuovono criteri ambientali e sociali nel loro processo di investimento. Per informazioni aggiornate su qualsiasi strategia di investimento di T. Rowe Price s prega di leggere il KID e il prospetto dello specifico fondo.

SICAV
Global Value Equity Fund
Portafoglio globale , gestito attivamente, improntato sulle migliori idee di investimento, composto da circa 80-100 società valutate a livelli attraenti, che investe nell'intero universo del valore, dai titoli sottovalutati a quelli di maggior qualità e più difensivi. L'obiettivo è riuscire a generare valore indipendentemente dall'andamento del mercato. Il fondo rientra nell'ambito dell'Articolo 8 del Regolamento sulla trasparenza della finanza sostenibile (SFDR).
ISIN LU0859254822
Visualizza maggiori informazioni relative ai rischi
FACTSHEET
KID
INFORMATIVA SFDR
28-feb-2019 - Sebastien Mallet, Portfolio Manager,
Al di là dei rischi presenti, vediamo un potenziale di rialzo sufficiente per mantenere un giudizio cautamente positivo sulle prospettive dei mercati azionari globali. Continuiamo a concentrarci sulla selezione di società in grado di generare flussi di cassa disponibili, non ancora interamente apprezzate dal mercato e focalizzate sull’incremento del valore per gli azionisti. Inoltre, siamo convinti che i venti contrari per l'investimento di tipo value siano destinati ad attenuarsi, man mano che gli investitori riportano l'attenzione sulle valutazioni dei titoli azionari.

Panoramica
Strategia
Riepilogo del fondo
Adottiamo un approccio “relative value” per individuare società con un flusso di cassa stabile e che non sono pienamente apprezzate dal mercato. Miriamo a mantenere un portafoglio core di aziende di qualità, ma anche cogliere opportunità interessanti in termini di rischio/rendimento fra le società cicliche che non riscuotono il favore del mercato o si presentano come "deep value" perché in fase di ristrutturazione. La promozione delle caratteristiche ambientali e/o sociali si realizza attraverso l'impegno del fondo a mantenere almeno il 10% del valore del proprio portafoglio investito in Investimenti Sostenibili, come definiti dalla SFDR. Inoltre, applichiamo uno screening responsabile proprietario (lista di esclusione). Il fondo non è vincolato a benchmark, ma questo viene utilizzato solo a scopo di comparazione performance.

Performance - Al netto delle commissioni

I rendimenti passati non costituiscono una previsione di quelli futuri.

28-feb-2019 - Sebastien Mallet, Portfolio Manager,
I mercati azionari mondiali hanno archiviato il secondo mese consecutivo di guadagni a febbraio. I segnali di un'intesa imminente fra Stati Uniti e Cina che metterebbe fine alla disputa commerciale hanno ridato fiducia agli investitori, il cui umore ha beneficiato anche dell'atteggiamento più accomodante adottato dalla Federal Reserve statunitense. Tuttavia, i dati economici pubblicati nel corso del mese riflettono un rallentamento della crescita in diversi paesi e regioni di rilievo, tra cui la Cina e l'Eurozona, mentre sono risultate deludenti anche le cifre sulle vendite al dettaglio e il settore immobiliare negli Stati Uniti. La prospettiva di una Brexit senza accordo ha tenuto sotto scacco i mercati del Regno Unito. Contrariamente al mese precedente, la scelta dei titoli e il sovrappeso nel settore della tecnologia informatica hanno frenato la performance relativa a febbraio. Ad esempio, si sono deprezzate le azioni di un produttore giapponese di wafer in silicio per la costruzione di chip, che nonostante i risultati recenti sostanzialmente in linea con le aspettative, ha deluso gli investitori con indicazioni prospettiche poco incoraggianti, in cui emerge il rischio di prezzi ridotti presso la sua controllata. Molto positivo, invece, l'impatto della selezione effettuata nell'area degli industriali e dei servizi alle imprese e in quella della salute.
30-giu-2022 - Sebastien Mallet, Portfolio Manager,

Over the course of 2021 we began to shift the portfolio to a more neutral/balanced stance by increasing our allocation to our defensive holdings. In early 2022, we continued to reduce the cyclical exposure and by the end of the second quarter, the portfolio was broadly balanced between defensive and cyclical names.� �On a sector basis, we added to health care and IT, as well as marginally increasing our energy exposure.� We trimmed our financials holding while also reducing our communication services holdings.� We also made a number of changes within our industrials and business services holdings.

At the end of June, our largest overweight sector positions were in health care, utilities, and financials while the largest underweight sector positions included IT and consumer discretionary. On a geographic basis, we remain cautious about valuations in the U.S. Although the country represents the largest position in the portfolio on an absolute basis, we retain a significant relative underweight. Despite this, we made a number of adjustments in this large market, eliminating holdings where our investment case no longer held or where valuations had become less compelling as well as adding new positions where we identified compelling reasons for investing.

On a country basis, our largest relative overweight positions by the end of June were in China, the Netherlands, and Japan. Valuations in China are attractive, in our view, but we are mindful of geopolitical and regulatory risk. We raised our exposure over the review period and are hopeful that the regulatory crackdown is largely behind us and many stocks in this market are trading below their cash/book value. In Japan, we are seeing continued signs of improving corporate governance, however macroeconomic and currency concerns weigh on sentiment. We reduced our exposure to the country over the review period. Within emerging markets, we see interesting investment opportunities in India but this is an expensive market.

Financials

We retain our overweight position in financials but decreased the extent of this position over the quarter. Over the past year we have become incrementally more cautious on some of our U.S. positions and have shifted our exposure within this space. In the second quarter we reduced our exposure to U.S. banks as we believe opportunities are more attractive elsewhere in the sector, namely insurers. Our broad-based move out of U.S. banks has now largely played out. We are worried about the credit cycle and believe it is too early to buy back into the sector.

  • We eliminated the holding in U.S.-based Huntington Bancshares, a diversified large regional bank as we felt the valuation was beginning to price in higher interest rates. The U.S. bank has one of the more cautious interest rate risk strategies amongst peers.
  • We sold out of our position in Equitable Holdings, a large financial services company whose main business is life insurance. Although U.S. insurers as a group still have good pricing power and will likely benefit from higher interest rates, the sector was looking expensive in our view. In addition, we had concerned that Equitable is very sensitive to equity market movements.
  • We used part of the proceeds of these sales to purchase a position in Ping An Insurance Group, the largest insurer in China by market capitalization. The company trades at a very low valuation in both absolute terms and on a historical basis following a sharp decline in value of new business (VNB) in 2019.� Our investment thesis is that VNB will gradually accelerate within the next three-to-five years, which should drive a re-rating of the stock.

Health Care

The portfolio has an overweight position in the health care sector, reflecting our preference for defensive sectors currently, and we raised our exposure further. Over the quarter, we identified a new opportunity in the U.S. and in France. Last year, in 2021, as the country's economy reopened and investors focused on cyclical growth stocks, health care stocks were left behind; we believe valuations have now reached very attractive levels and the sector looks cheap. Uncertainty over health care reforms in the U.S by the Biden administration have also weighed on the sector, despite the fact that this space is home to many companies with good growth prospects. Our bias remains to high-quality names.

  • We bought a position in Johnson & Johnson, a diversified health care company engaged in the development, manufacturing and sale of pharmaceuticals, medical devices, and consumer health care products. Its share price has de-rated due to the ongoing mix shift towards pharmaceuticals. However, the majority of its key franchises have begun to show significant recoveries from the impact of COVID-19 and we expect this trend to continue.
  • Sanofi is France-based diversified multinational health care company, which is engaged in the development, manufacturing and sale of pharmaceuticals, vaccines, and over-the-counter (OTC) health care products. Sentiment towards the name has been held back recently by disappointing trial results from its drug to fight breast cancer, leading investors to question Sanofi's R&D capabilities. We initiated a position in Sanofi as we believe the company has a number of promising drugs in the pipeline, including treatments for hemophilia and multiple sclerosis.
  • We largely funded these purchases through our elimination of Roche Holding; we believe the company is fully valued at present and it has a number of drugs going off-patent within the next few years.

IT

IT remains the portfolio's largest relative underweight sector position. However, at a global level the sector sold off very sharply over the quarter, leading us to identify what we believe to be compelling investment opportunities within this space. As a result, our relative weighting to the sector increased.

  • We initiated a position in FPT, a Vietnam-based IT services company. The Vietnamese stock market fell sharply in April and May and we felt some valuations had reached attractive levels. We believe the company's long-term growth potential is materially better than what current valuation multiples imply. Country-specific factors support the company, in our view, driving a cost advantage versus global competition and favorable pricing for its customers. Vietnam also hosts an IT-relevant labor pool that is undergoing rapid development which is, in turn, key to the company's growth runway.
  • Broadcom is a U.S.-based semiconductor company that makes products for the�wireless and broadband communication industry. We bought a position in the company because the stock offers an attractive free cash flow yield and, in our view, the company's earnings durability and growth are underappreciated by the market.

Japan

On a country basis we reduced our exposure over the quarter although retain a modest overweight. This is partly due to bottom-up stock-specific factors but we are also concerned by the impact of a yen and the slow pace of change at a corporate level.

  • We eliminated the holding in Keisei Electric Railway. We had bought the stock on expectations of meaningful capital allocation changes among Japan's railway companies, but this investment thesis has not played out and we cut our position to invest in more compelling opportunities elsewhere.
  • We sold out of our position in Panasonic. Our investment case was for it to increase its electric battery (EV) capacity and for this business to become a significant profit contributor. However, this turnaround has not taken place and we believe the pace and magnitude of the EV battery business expansion is unlikely to be as good as we previously believed. We exited our position.
28-feb-2019 - Sebastien Mallet, Portfolio Manager,
Nel corso del mese non abbiamo apportato modifiche significative al posizionamento settoriale del fondo, limitandoci a qualche ritocco alle posizioni all'interno dei singoli settori. Nell'area della salute abbiamo identificato una buona opportunità in un'azienda statunitense diversificata di sviluppo, produzione e distribuzione di prodotti farmaceutici, dispositivi medici e articoli sanitari di consumo; il titolo era arretrato di recente sui timori di controversie legali riguardo ai prodotti a base di talco e il mercato ha rivisto al ribasso anche le aspettative di crescita. Dal nostro punto di vista, la società sembra posizionata relativamente bene rispetto a quasi tutte le aziende farmaceutiche concorrenti negli Stati Uniti.

Fonte dei dati per l’indice di riferimento: MSCI. MSCI non fornisce garanzie o dichiarazioni, espresse o implicite, e non si assume alcuna responsabilità riguardo ai dati MSCI qui riportati. Non è consentito redistribuire o utilizzare ulteriormente i dati MSCI come base per altri indici, titoli o prodotti finanziari. La presente relazione non è stata approvata, rivista o prodotta da MSCI.

Fonte per la performance: T. Rowe Price. La performance del Fondo è calcolata utilizzando il NAV ufficiale con dividendi reinvestiti, se del caso. Il valore di un investimento e qualunque reddito da esso derivante possono salire o scendere. Gli investitori potrebbero non recuperare il capitale investito. Tale capitale sarà interessato dalle variazioni del tasso di cambio tra la valuta di base del fondo e la valuta di sottoscrizione, se diversa. Gli oneri di vendita (fino a un massimo del 5% per la Classe A), le tasse e gli altri costi applicati a livello locale non sono stati dedotti e, se applicabili, ridurranno le cifre della performance. La performance pregressa non è un indicatore affidabile dei risultati futuri. Gli indici mostrati non sono benchmark formali. Sono riportati unicamente a scopo comparativo.

I dati della performance giornaliera si basano sull’ultimo NAV disponibile. 

I Fondi sono comparti di T. Rowe Price Funds SICAV, societá d'investimento lussemburghese a capitale variabile,  registrata presso la Commission de Survillance du Secteur Financier e qualificata come "OICVM". Obiettivi, politiche d'investimento e rischi sono dettagliati nel prospetto disponibile con il documento contenente le informazioni chiave (KID) in inglese e italiano, assieme agli atti di incorporazione, statuti e relazioni annuali e semestrali (insieme "Documenti del Fondo"). Ogni decisione d'investimento va presa sulla base dei Documenti del Fondo disponibili gratuitamente richiedendoli al rappresentante locale, all'agente locale per le informazioni/ i pagamenti, ai distributori autorizzati. Questi, insieme alla sintesi dei diritti degli investitori in Inglese, sono disponibili anche via www. troweprice.com. La Società di gestione si riserva il diritto di porre fine agli accordi di marketing.

Il fondo è soggetto a rischio di alta volatilità

Le classi di azioni coperte (indicate con H) utilizzano tecniche d’investimento volte a limitare il rischio valutario tra la/le valuta/e dell’investimento sottostante del fondo e la valuta della classe di azioni coperte. I relativi costi saranno a carico della classe di azioni e non sussiste alcuna garanzia di efficacia di detta copertura.

I titoli specifici individuati e descritti in questa relazione non rappresentano tutti i titoli acquistati, venduti o raccomandati per il comparto Sicav e non è possibile presumere che i titoli individuati e trattati si siano dimostrati o si dimostreranno redditizi.

Attribuzione: L’analisi rappresenta la performance totale del portafoglio calcolata in base al modello di attribuzione di FactSet, ed include altri asset a cui non verrà attribuita una classificazione nella struttura dettagliata riportata. I rendimenti non corrisponderanno alla performance ufficiale di T. Rowe Price in quanto FactSet utilizza fonti diverse per i tassi di cambio e non registra il trading infragiornaliero. La performance di ogni titolo è calcolata in valuta locale e, se del caso, viene convertita in dollari statunitensi usando un tasso di cambio determinato da un soggetto indipendente terzo. I dati sono indicati con dividendi lordi reinvestiti.

Fonti: Copyright © 2024 FactSet Research Systems Inc. Tutti i diritti sono riservati. Settori GICS di MSCI/S&P; Analisi di T. Rowe Price Associates, Inc. T. Rowe Price  utilizza i Global Industry Classification Standard (GICS) di MSCI/S&P500 per il reporting globale e settoriale. Ogni anno MSCI e S&P apportano modifiche alla struttura dello standard GICS. L’ultima modifica è stata apportata il 28 settembre 2018. T. Rowe Price rispetterà ogni eventuale aggiornamento futuro dello standard GICS per il reporting prospettico.

Si può reperire, a titolo gratuito e su richiesta presso la sede legale della Società, una lista completa delle Classi di Azioni attualmente emesse, oltre alle categorie In Distribuzione, Coperte e In Accumulo.

©2024 Morningstar, Inc. Tutti i diritti riservati. Le informazioni qui contenute: (1) sono di proprietà di Morningstar e/o dei fornitori dei relativi contenuti; (2) non possono essere copiate né distribuite; e (3) non è garantito che siano accurate, complete o attuali. Né Morningstar né i fornitori dei relativi contenuti sono ritenuti responsabili per qualunque danno o perdita derivanti da un qualsiasi utilizzo di queste informazioni.

Citywire - Laddove il gestore del Fondo è classificato da Citywire, il rating si basa sulla performance triennale del gestore corretta per il rischio.