Skip to main content

Seleziona il tuo Paese

Selezione corrente

Italia
Italiano
Canada
Stati Uniti
Australia
Hong Kong
Giappone
Nuova Zelanda
Singapore
Corea del Sud
Austria
Belgio
Danimarca
Estonia
Finlandia
Francia
Germania
Islanda
Irlanda
Italia
Lettonia
Lituania
Lussemburgo
Paesi Bassi
Norvegia
Portogallo
Spagna
Svezia
Svizzera
Regno Unito

Giugno 2022 / INVESTMENT INSIGHTS

ESG in azione - Economie circolari

In che modo il modello circolare può sostenere la crescita economica e della popolazione

Punti essenziali

  • Gli investitori possono contribuire a colmare il divario alimentare, ma dobbiamo anche assicurarci che i nostri investimenti siano impiegati in modo sostenibile. 
  • Le plastiche sono diventate il simbolo di tutti i problemi dell'economia lineare o end-to-end.
  • L'economia circolare sottende una transizione verso energie e materiali rinnovabili. 

 

La grande maggioranza delle attività economiche poggia su un modello lineare, in cui le materie prime vengono estratte dalla terra, usate per produrre beni e alla fine scartate. Il degrado ambientale che ne deriva sta peggiorando di pari passo con la crescita della popolazione mondiale e segnala la non sostenibilità del modello lineare. Se le economie globali vogliono prosperare e garantire il sostentamento della popolazione mondiale in espansione, il passaggio a un'economia circolare è imprescindibile. 

L'economia circolare si basa su tre principi: eliminare rifiuti e inquinamento, far circolare prodotti e materiali al loro valore più alto e rigenerare la natura. Implica una transizione alle energie e ai materiali rinnovabili che contribuisca al disaccoppiamento fra l'attività economica e il consumo di risorse limitate. Questo libro bianco è diviso in tre parti dedicate ad altrettanti temi chiave: agricoltura sostenibile, plastiche e transizione energetica.

AGRICOLTURA SOSTENIBILE

In agricoltura la sostenibilità è una sfida che si articola in una fitta rete di considerazioni. Da un lato, le attività agricole generavano il 18,4% delle emissioni di gas serra globali nel 2016,1 oltre a contribuire alla perdita di ecosistemi e al degrado del suolo. Sono imputabili all'agricoltura anche il 70% di tutti i prelievi di acqua dolce2 e la maggior parte del deflusso di nutrienti, un processo che genera fioriture algali tossiche e "zone morte" negli ecosistemi acquatici. D'altro canto, l'agricoltura è una forza promotrice di benessere: produce il cibo di cui tutti abbiamo bisogno per sopravvivere e svolge un ruolo cruciale nel ridurre la povertà. Le Nazioni Unite prevedono che la domanda alimentare crescerà di oltre il 50% entro il 2050 se la popolazione mondiale raggiunge il livello atteso di 9,8 miliardi (dai 7,7 del 2021) e i redditi aumentano in tutti i mercati emergenti. Come investitori possiamo ritagliarci un ruolo orientando i capitali verso progetti agricoli che contribuiscono a colmare il divario alimentare, ma dobbiamo anche assicurarci che i nostri investimenti vengano impiegati in modo sostenibile. Investire nelle stesse pratiche agricole degli ultimi 50 anni non farà altro che esacerbare gli impatti negativi del settore, le cui conseguenze in futuro graveranno sia sulla collettività che sugli investitori.

Aumentare la produzione alimentare di oltre il 50% senza un cambiamento radicale dei metodi di coltivazione tradizionali implicherebbe la conversione di superfici di terreno enormi e un incremento notevole delle emissioni di gas serra, ma sono soluzioni incompatibili con l'obiettivo di limitare il riscaldamento globale a un massimo di 1,5°C. Anzi, molti scenari indicano la necessità di dimezzare le emissioni agricole rispetto ai livelli del 2016, di pari passo con la riforestazione di 585 milioni di ettari di terra. Sono molti gli aspetti legati alla sostenibilità che a nostro avviso incideranno sulle imprese, ognuno con un impatto ampiamente variabile (come un evento binario o pressioni cumulative). Per esempio, un'azienda agricola può trovarsi a dover gestire la volatilità degli utili dovuta a uno shock sulle materie prime frutto del rischio climatico fisico, oppure ad affrontare un cambiamento graduale ma costante delle preferenze dei consumatori. 

Gli analisti azionari e del credito di T. Rowe Price tengono conto dei temi di sostenibilità legati all'agricoltura, silvicoltura e altri usi del suolo (AFOLU) nell'ambito della ricerca fondamentale sugli investimenti, spesso assistiti dagli specialisti ESG (fattori ambientali, sociali e di governance) che li aiutano a valutare il possibile impatto degli aspetti AFOLU su settori e titoli specifici.

Emissioni di gas serra per fonte (2016)

L'agricoltura è una delle principali fonti di emissioni di gas serra 

Emissioni di gas serra per fonte (2016)

Al settembre 2020.
Fonte: Our World in Data (settembre 2020). Dati al 2016 - ultimi dati disponibili.

Clicca qui per visualizzare la versione integrale del rapporto (in inglese)

Informazioni importanti

Il materiale ha solo scopo informativo e/o di marketing e non è un consiglio o una raccomandazione di investimento. Consigliamo ai potenziali investiori di richiedere una consulenza legale, finanziaria e fiscale indipendente prima di assumere qualsiasi decisione di investimento. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore di un investimento puó oscillare e gli investitori potrebbero non ottenere l'intero importo investito.

Il materiale non è stato verificato da alcuna autorita di vigilanza in alcuna giurisdizione.

Informazioni e opinioni sono ottenute/ tratte da fonti ritenute affidabili ma non garantiamo completezza ed esaustivitá, né che eventuali previsioni si concretizzino. I pareri contenuti sono soggetti a cambiamento senza preavviso e possono differire da altre società del gruppo T. Rowe Price.

È vietata la diffusione, in qualsiasi forma, della pubblicazione e/o dei suoi contenuti. Il materiale è destinato all’uso esclusivo in Italia. Vietata la distribuzione retail.

Articolo precedente

Giugno 2022 / WEBINAR

Webinar: Midyear Market Outlook 2022
Prossimo Articolo

Giugno 2022 / INVESTMENT INSIGHTS

Analisi a favore delle obbligazioni creditizie asiatiche
202205‑2157041

Maggio 2022 / MARKETS & ECONOMY

Le economie emergenti e il loro percorso verso il “net zero”

Le economie emergenti e il loro percorso verso il “net zero”

Le economie emergenti e il loro percorso...

Porre un freno all’inquinamento da carbone è diventato un dovere a livello mondiale....

Di Michael Ganske

Michael Ganske Specialista nella gestione di portafogli

Maggio 2022 / INVESTMENT INSIGHTS

Il percorso verso gli obiettivi "net-zero"

Il percorso verso gli obiettivi "net-zero"

Il percorso verso gli obiettivi "net-zero"

I progressi mondiali sul fronte della riduzione delle emissioni

Di Maria Elena Drew

Maria Elena Drew Director of research

Stai per uscire dal sito web di T. Rowe Price

T. Rowe Price non è responsabile per il contenuto di siti esterni, inclusi i dati di performance ivi contenuti. I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri.