Skip to main content

Seleziona il tuo Paese

Selezione corrente

Italia
Italiano
Canada
Stati Uniti
Australia
Hong Kong
Giappone
Nuova Zelanda
Singapore
Corea del Sud
Austria
Belgio
Danimarca
Estonia
Finlandia
Francia
Germania
Islanda
Irlanda
Italia
Lettonia
Lituania
Lussemburgo
Paesi Bassi
Norvegia
Portogallo
Spagna
Svezia
Svizzera
Regno Unito

Aprile 2021 / VIDEO

La resilienza del debito corporate emergente

 

Guardando la storia dei forti rendimenti, è facile capire le potenzialità del debito dei Mercati Emergenti. Per questo, vorrei concentrarmi principalmente sugli aspetti negativi e sulle preoccupazioni dei clienti legate alla rischiosità di questa asset class.

Il grafico mostra i periodi di "drawdown", ovvero di rendimenti negativi, evidenziati in grigio, e le performance relative di diverse asset class a rischio. La linea verde, che indica il debito societario emergente, evidenzia un profilo di drawdown moderato nelle fasi ribassista del mercato. In questi periodi di rendimento negativo, le emissioni corporate emergenti hanno costantemente sovraperfomato sia il debito sovrano e locale sia i mercati azionari dei Paesi in via di sviluppo. È un trend che continuerà, a nostro avviso, visto che il debito societario emergente  è un'asset class mediamente investment grade, con un profilo moderato di duration.

Concentriamoci ora più nel dettaglio sulla volatilità dei rendimenti dei Mercati Emergenti.

Il grafico mostra in blu scuro il rendimento a un anno dei mercati sovrani emergenti e in azzurro quello delle emissioni corporate. I periodi di sell-off, in azzurro, sono diventati più "deboli" nel tempo, grazie alla crescente qualità media del debito emergente. Negli anni '90, questa era tipicamente un'asset class ad alto rendimento, dominata da Paesi come Argentina, Turchia, Brasile, Russia. Da allora, ci sono stati cambiamenti. Il credito asiatico è passato dal 5% a oltre il 50% del mercato e questo ha fatto ridurre la volatilità storica dei rendimenti, come evidenziato nei periodi di sell-off più recenti. 

 

Informazioni importanti

Il materiale ha solo scopo informativo e/o di marketing e non è un consiglio o una raccomandazione di investimento. Consigliamo ai potenziali investiori di richiedere una consulenza legale, finanziaria e fiscale indipendente prima di assumere qualsiasi decisione di investimento. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore di un investimento puó oscillare e gli investitori potrebbero non ottenere l'intero importo investito.

Il materiale non è stato verificato da alcuna autorita di vigilanza in alcuna giurisdizione.

Informazioni e opinioni sono ottenute/ tratte da fonti ritenute affidabili ma non garantiamo completezza ed esaustivitá, né che eventuali previsioni si concretizzino. I pareri contenuti sono soggetti a cambiamento senza preavviso e possono differire da altre società del gruppo T. Rowe Price.

È vietata la diffusione, in qualsiasi forma, della pubblicazione e/o dei suoi contenuti. Il materiale è destinato all’uso esclusivo in Italia. Vietata la distribuzione retail.

Articolo precedente

Aprile 2021 / INVESTMENT INSIGHTS

Rotazione verso il valore
Prossimo Articolo

Aprile 2021 / MULTI-ASSET STRATEGY

L'inflazione potrebbe accelerare: una visione che diverge dal consensus
201911-1001030
FONDO CORRELATO
SICAV
Classe I
ISIN LU0596126465
Portafoglio diversificato, gestito attivamente, composto in genere da 100-150 posizioni, investito in prevalenza in obbligazioni societarie di emittenti con sede nei mercati emergenti. Le considerazioni ambientali, sociali e di governance (ESG) sono integrate nel processo d'investimento, come parte delle decisioni di investimento. Il fondo rientra nell'ambito dell'Articolo 8 del Regolamento sulla trasparenza della finanza sostenibile (SFDR). Visualizza Altro...

Stai per uscire dal sito web di T. Rowe Price

T. Rowe Price non è responsabile per il contenuto di siti esterni, inclusi i dati di performance ivi contenuti. I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri.