Skip to main content

Giugno 2021 / INVESTMENT INSIGHTS

Alla ricerca di azioni value sul lato giusto del cambiamento

La disruption crea potenziali opportunità per gli investitori value

Punti chiave

  • Il recente rally dei titoli value è stato su vasta scala, ma comprendere i rischi secolari è ancora fondamentale per gli investitori orientati al valore.
  • Riteniamo che la prossima fase del ciclo di ripresa potrebbe favorire titoli ciclici di qualità superiore.
  • Stiamo continuando a investire in strumenti che offrono visibilità alle principali tendenze secolari, tra cui il commercio elettronico e la digitalizzazione dell'economia.

I titoli value hanno registrato un'ampia ripresa negli ultimi sei mesi, poiché la prospettiva di una robusta crescita ha spinto molti investitori ad avvicinare società in settori ciclici in cui le attività sottostanti tendono a mostrare una maggiore sensibilità alle condizioni dell'economia in generale. Riteniamo che il potenziale per il rally dei titoli ciclici possa continuare, sebbene le valutazioni prevalenti e l'andamento dei recuperi passati ci suggeriscano che la prossima tappa di qualsiasi ciclo rialzista potrebbe favorire i titoli con modelli di business di qualità superiore.

Avendo approfittato del forte sell-off nei beni voluttuari, finanziari e altri settori ciclici che sono stati duramente colpiti dalla chiusura di ampie fasce dell'economia personale lo scorso anno, riteniamo che il portafoglio offra un'esposizione significativa alla riapertura.

Ma la selettività è particolarmente critica nell'ambiente attuale. Ora non è il momento per gli investitori value di dimenticare le lezioni dell'ultimo decennio e mezzo, quando un'ondata di innovazione tecnologica ha sconvolto molte industrie tradizionali, una tendenza che, in alcuni casi, i cambiamenti nei comportamenti e nelle priorità derivanti dalla pandemia di coronavirus sembra aver accelerato.

Comprendere il rischio secolare è ancora fondamentale per gli investitori. Questa informazione non solo può aiutarci a evitare nomi apparentemente poco costosi che devono far fronte a venti contrari a lungo termine a causa delle interruzioni, ma può anche aiutare a identificare opportunità in cui il mercato potrebbe non apprezzare appieno la misura in cui un'azienda potrebbe trarre vantaggio dai secolari venti a favore dalla parte giusta del cambiamento.

Queste lezioni, insieme alla nostra disciplina di valutazione e alla profonda conoscenza delle singole società e settori, influenzano le nostre decisioni di investimento mentre cerchiamo titoli ciclici di qualità che riteniamo possano essere ben posizionati nell'ambiente attuale e nei prossimi anni.

La Disruption crea rischi e opportunità

Disruption e Fondamentali Divergenti

Disruption e Fondamentali Divergenti

Dati dal 31 maggio 2007 al 30 aprile 2021.

Fonte: analisi T. Rowe Price con dati FactSet Research Systems Inc. Tutti i diretti riservati.

L'interruzione delle industrie tradizionali grazie all'innovazione ha creato la sua parte di dolore per i titoli value nell'ultimo decennio e mezzo, un punto sottolineato dalla netta divergenza nella crescita del flusso di cassa libero in avanti tra i titoli value e growth nel Russell 1000 Index.

In questo periodo, l'innovazione diffusa ha sconvolto alcuni settori dirottando i pool di profitti o introducendo pressioni deflazionistiche che gravano sui margini. Questi venti contrari persistenti, a loro volta, tendono a portare a multipli di valutazione più bassi per le aziende che non hanno approfittato dell'innovazione.

Il forte rally di ripresa dei titoli value ha sollevato anche il settore energetico, che riteniamo debba affrontare sfide significative dovute a interruzioni. In linea con la nostra propensione alla qualità, siamo rimasti cauti sui titoli energetici e preferiamo trovare un'esposizione ciclica in altri settori.

A nostro avviso, i continui guadagni derivanti dall'automazione e dal miglioramento delle tecniche di gestione nei giacimenti di petrolio e gas degli Stati Uniti, tra gli altri fattori, dovrebbero continuare a rendere gli idrocarburi più facili e meno costosi da estrarre, creando un ambiente difficile da navigare per gli operatori. A lungo termine, diffidiamo dal fatto che le crescenti preoccupazioni sui valori terminali delle attività petrolifere e del gas possano pesare sui multipli di valutazione del settore man mano che la transizione verso l'energia pulita progredisce.

Tuttavia, potenti forze secolari possono anche creare opportunità per investitori orientati al valore in settori maturi in cui il mercato potrebbe non apprezzare appieno la misura in cui questi massicci cambiamenti potrebbero fungere da vento favorevole. La nostra enfasi sulle valutazioni relative tende a darci maggiore flessibilità per investire dietro tendenze di crescita secolari.

La catena del valore dell'E‑commerce

Riteniamo che questa tendenza abbia più spazio per continuare poiché i consumatori diventano ogni giorno più a loro agio nell'acquistare una gamma crescente di prodotti online, compresi i generi alimentari. Una maggiore adozione dell'e-commerce significa un aumento della domanda per la logistica del mondo reale. Anche le valutazioni relative in alcuni di questi settori di supporto sembrano favorevoli.

Ad esempio, nei prossimi tre-cinque anni, riteniamo che la crescita della domanda relativa allo shopping online potrebbe fornire un vantaggio significativo alle aziende che producono il cartone utilizzato per imballare i prodotti per la spedizione. E, in contrasto con il settore energetico, vediamo che il potenziale dei costi di input del cartone per contenitori e il costo dell'aggiunta di capacità incrementale aumentare nei prossimi anni, in parte perché il numero di impianti di carta esistenti che potrebbero essere convertiti a basso costo alla produzione di cartone è diminuito.

Questo scenario di aumento della domanda e dell'aumento delle curve dei costi dal lato dell'offerta dovrebbe supportare prezzi più elevati di cartone per container e, a nostro avviso, margini di profitto potenzialmente più elevati per i principali attori del settore.

Opportunità derivanti dalla Disruption

Opportunità derivanti dalla Disruption

Fonte: T. Rowe Price.

Semiconduttori e Digitalizzazione

Ci piacciono anche le aziende che producono i chip che consentono la digitalizzazione dell'economia tradizionale. Sebbene la consapevolezza della ciclicità intrinseca del settore informi il nostro processo decisionale tattico a breve termine, consideriamo interessanti le prospettive a lungo termine per i produttori di chip analogici e le aziende che producono gli strumenti utilizzati per produrre semiconduttori all'avanguardia.

A nostro avviso, le aziende di semiconduttori analogici trarranno vantaggio dalla proliferazione dei loro prodotti in un'ampia gamma di settori man mano che l'universo dei dispositivi connessi, il cosiddetto "Internet of Things", si espande. Questi chip traducono gli input dal mondo fisico in informazioni digitali, rendendoli essenziali per le innovazioni che automatizzano i processi del mondo reale e riducono i tempi di fermo attraverso la manutenzione predittiva. L'industria automobilistica, ad esempio, è un'importante fonte di crescita della domanda poiché i veicoli si elettrizzano e la spinta alla guida autonoma continua.

Non solo la crescente domanda di chip analogici potrebbe supportare la crescita dei volumi di vendita per le aziende ben posizionate, ma l'ampliamento dei mercati finali per questi prodotti dovrebbe anche aiutare a moderare la ciclicità dei loro guadagni. Tuttavia, siamo consapevoli che, a lungo termine, questo segmento del mercato potrebbe essere a rischio di interruzione poiché la Cina cerca di aumentare le sue capacità in quest'area.

Riteniamo che le società di beni strumentali a semiconduttori che favoriamo trarranno vantaggio dalla crescente domanda e dall'aumento dei costi di produzione dei chip più veloci ed efficienti che consentono una digitalizzazione diffusa e i carichi di lavoro intensivi associati all'intelligenza artificiale. Qui, vediamo anche lo sforzo degli Stati Uniti per espandere la produzione di chip all'avanguardia in America come un altro possibile vento favorevole.

A nostro avviso, la confluenza della crescita della domanda alimentata dalla digitalizzazione e il rallentamento della produttività del settore dovrebbero creare un ambiente favorevole per le aziende che forniscono le attrezzature necessarie per produrre chip avanzati. La legge di Moore, una regola empirica secondo la quale il numero di transistor su un chip raddoppia all'incirca ogni due anni mentre anche i costi diminuiscono di circa la metà, ha incontrato resistenze su entrambi i fronti a causa dei limiti tecnologici e della crescente complessità del processo produttivo.

Indipendentemente da come si evolve il ciclo di ripresa, rimaniamo impegnati a investire in attività di qualità che riteniamo vengano scambiate a valutazioni relative interessanti e che offrano esposizione a diversi potenziali catalizzatori al rialzo per un orizzonte temporale pluriennale. Comprendere in che modo le forze dell'innovazione e dell'interruzione possono creare potenziali rischi e opportunità rimane centrale nel nostro processo di investimento e nel processo decisionale.

A tal fine, cerchiamo di evitare aziende che riteniamo debbano affrontare sfide secolari persistenti, favorendo al contempo società con valutazioni interessanti che potrebbero trarre vantaggio dall'essere dalla parte giusta del cambiamento.

COSA STIAMO GUARDANDO

Con l'avanzare del ciclo di ripresa e l'evoluzione dei profili di rischio/rendimento delle nostre partecipazioni e dei potenziali investimenti, prevediamo di fare affidamento sulla nostra disciplina di valutazione e sulla profonda conoscenza delle singole società e settori per trovare opportunità di investimento attraenti su base relativa. Di conseguenza, stiamo tenendo d'occhio le società che consideriamo produttori durevoli i cui titoli sono rimasti indietro durante il rally del rischio. Ad esempio, riteniamo che il mercato non apprezzi appieno quanto potrebbero essere ben posizionate alcune utility per crescere mentre espandono la loro capacità di generazione rinnovabile a basso costo e fanno gli investimenti necessari sulla rete per supportare la transizione verso l'energia pulita.

Informazioni importanti

Il materiale ha solo scopo informativo e/o di marketing e non è un consiglio o una raccomandazione di investimento. Consigliamo ai potenziali investiori di richiedere una consulenza legale, finanziaria e fiscale indipendente prima di assumere qualsiasi decisione di investimento. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore di un investimento puó oscillare e gli investitori potrebbero non ottenere l'intero importo investito.

Il materiale non è stato verificato da alcuna autorita di vigilanza in alcuna giurisdizione.

Informazioni e opinioni sono ottenute/ tratte da fonti ritenute affidabili ma non garantiamo completezza ed esaustivitá, né che eventuali previsioni si concretizzino. I pareri contenuti sono soggetti a cambiamento senza preavviso e possono differire da altre società del gruppo T. Rowe Price.

È vietata la diffusione, in qualsiasi forma, della pubblicazione e/o dei suoi contenuti. Il materiale è destinato all’uso esclusivo in Italia. Vietata la distribuzione retail.

Articolo precedente

Giugno 2021 / VIDEO

Outlook a breve del mercato del credito
Prossimo Articolo

Giugno 2021 / MARKET OUTLOOK

Riflettori puntati sul Giappone. È l'effetto della ripresa
202106‑1668757

Stai per uscire dal sito web di T. Rowe Price

T. Rowe Price non è responsabile per il contenuto di siti esterni, inclusi i dati di performance ivi contenuti. I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri.