Skip to main content

Agosto 2020 / INVESTMENT INSIGHTS

Emergenti all'avanguardia nel Fintech

Devono soddisfare le esigenze di una clientela completamente nuova

Punti chiave

  • L'innovazione digitale sta rivoluzionando i servizi finanziari.
  • I mercati emergenti sono all'avanguardia nel Fintech, con molte aziende in prima linea nell'innovazione.
  • Durante la pandemia da coronavirus, l'inclusività nei servizi finanziari è diventata ancora più importante per i consumatori dei mercati emergenti, con le aziende fintech pronte a capitalizzare.


Il connubio tra finanza e tecnologia, il cosiddetto Fintech, sta trovando un ambiente favorevole nei mercati emergenti (EM), dove c'è una bassa penetrazione dei servizi bancari e assicurativi tradizionali. Considerando la mancanza di infrastrutture e la diffusione dei telefoni cellulari, i Paesi in via di sviluppo sono ormai maturi per soluzioni finanziarie alternative. In molti casi, i consumatori hanno fatto un salto di qualità rispetto alle offerte di servizi finanziari tradizionali, optando per le soluzioni online. Le società Fintech stanno raggiungendo un pubblico sempre più ampio, grazie a servizi unici che le banche tradizionali non possono offrire. Con molte società all'avanguardia, gli investitori possono trovare crescenti opportunità nei mercati emergenti. 

La crescita del Fintech accelera

Nel mondo, sono circa 2 miliardi le persone adulte che non hanno ancora un conto corrente e la maggior parte vive nei Paesi emergenti. I progressi nel Fintech stanno favorendo una maggiore inclusione finanziaria, con i consumatori sempre più in grado di beneficiare delle innovazioni nelle offerte di prodotti e servizi finanziari.

Un driver importante di questo cambiamento radicale è stata la rapida proliferazione dei cellulari e il miglioramento della connettività Internet. Per molte persone, i cellulari sono la l'unica via d'accesso all'informazione, a strumenti finanziari e ad altri servizi vitali, e le società Fintech stanno sfruttando questa situazione, creando soluzioni finanziarie tali da soddisfare le esigenze specifiche di questi mercati.

L'Asia è all'avanguardia nella rivoluzione Fintech e nell'adozione da parte dei consumatori di prodotti e servizi finanziari sempre più tecnologici. Secondo un sondaggio del 2017 condotto da Ernst & Young, in Cina e in India più della metà dei consumatori adulti attivi online ha dichiarato di utilizzare regolarmente servizi fintech1. Inoltre, l'Africa subsahariana è arrivata a rappresentare più della metà del mercato mondiale dei servizi finanziari in mobilità. Stiamo assistendo a una crescita massiccia della classe media emergente e le società Fintech ne stanno cavalcando l'onda. 

Mancanza di infrastrutture e crescita dei telefoni cellulari, i mercati emergenti sono pronti per soluzioni finanziarie alternative.

- Chuck Knudsen, Portfolio Specialist, Emerging Markets

Come le soluzioni Fintech rispondono alle quotidiane esigenze finanziarie

Il basso livello di penetrazione delle carte di credito e di debito può spianare la strada all'innovazione digitale, come tra l'altro testimonia la crescita dei portafogli digitali, che sono diventati sempre più popolari nelle economie emergenti (società come Alibaba e Tencent hanno beneficiato dell'enorme crescita in quest'area).

Ciò diventa particolarmente evidente durante il capodanno cinese, quando un numero crescente di hóngbao - doni in denaro offerti per occasioni speciali - viene scambiato virtualmente da mobile tramite App. Solo nel 2019, secondo WeChat, sono stati inviati più di 820 milioni di "pacchetti rossi" (hóngbao) elettronici durante le vacanze di capodanno in Cina.

Come il Fintech risponde alle esigenzie finanziarie di ogni giorno

Come il Fintech risponde alle esigenzie finanziarie di ogni giorno

1 EY FinTech Adoption Index 2017: la rapida crescita del Fintech

Inoltre, cloud e tecnologie mobili possono aiutare a risolvere i problemi legati al pagamento degli stipendi. Imprese come M-Pesa, un servizio di trasferimento di denaro da cellulare con sede in Kenya, sono all'avanguardia in questo settore: consentono ai datori di lavoro di pagare i loro dipendenti elettronicamente, anche se non hanno un conto bancario.

Stringere partnership per sviluppare soluzioni

L'Africa è leader globale nel trasferimento di denaro da mobile, che ormai è diventato una parte importante dei servizi finanziari del Continente. Gli operatori di telefonia mobile sono stati i primi a trarne vantaggio, ma di recente anche le società Fintech hanno stabilito una solida base nel mercato e diverse banche iniziano a diventare molto competitive.

E se alcuni istituti di credito hanno scelto di muoversi in autonomia, altri stanno stringendo partnership nella speranza di penetrare il mercato più velocemente. Sono società che coprono l'intera gamma di servizi finanziari, dai pagamenti e conti correnti ai risparmi, dai prestiti agli investimenti, alle assicurazioni. Secondo GSMA, un'organizzazione che rappresenta gli interessi degli operatori di telefonia mobile in tutto il mondo, poco più della metà dei 282 servizi di trasferimento di denaro da mobile attivi in tutto il mondo si trova nell'Africa Subsahariana.

Cloud e tecnologie mobili possono aiutare a risolvere i problemi legati al pagamento degli stipendi.

- Irmak Surenkok, Portfolio Specialist, Emerging Markets

Cloud e tecnologie mobili agevolano i pagamenti delle retribuzioni

Cloud e tecnologie mobili agevolano i pagamenti delle retribuzioni

Un recente rapporto di McKinsey indica che attualmente ci sono circa 100 milioni di conti attivi su mobile in Africa. Un numero che supera di gran lunga l'Asia meridionale, dove sono attivi circa 40 milioni di conti da mobile (è la seconda regione più grande per quota di mercato). Per fare un esempio, fino a poco tempo fa era impensabile per i lavoratori emigrati a Nairobi mandare lo stipendio alle famiglie che vivevano in campagna. Ora invece possono farlo semplicemente premendo un pulsante. 

Perché proprio ora il Fintech?

Il mondo dei software dedicati ai pagamenti ha un potenziale enorme ed è ricco di opportunità. Fino a ieri, un commerciante che voleva dare vita alla propria idea imprenditoriale doveva recarsi in banca per cercare un finanziamento. E per gli istituti di credito era un'ottima occasione per vendere anche un prodotto per l'elaborazione dei pagamenti. Oggi, invece, i commercianti iniziano il loro viaggio imprenditoriale scegliendo un software per gestire la nuova attività. Un cambio di rotta che sta favorendo uno spostamento della domanda verso i fornitori di software abilitati ai pagamenti, e quindi ben lontano dalle banche.

Ma il settore dei pagamenti ha ancora spazio per crescere, soprattutto se si pensa al mondo del business-to-business (B2B), con le Fintech che cercheranno di colmare quel vuoto lasciato dalle banche nella concessione di prestiti alle piccole e medie imprese (PMI). Il B2B è un mercato che vale trilioni di dollari e che compete per dimensioni con l'industria dei pagamenti al consumo. Il settore ha iniziato a veleggiare verso tecnologie più moderne e lontane dai processi manuali e proprio per questo dovrebbe continuare a crescere per molti anni.

Anche le istituzioni finanziarie cominciano a parlare di fintech e stanno diventando più consapevoli di come l'innovazione possa trasformare la loro attività. Le big della tecnologia ora vedono del valore nelle partnership con le Fintech, ma per entrare nel settore dei servizi finanziari devono affrontare molte sfide, come la regolamentazione, i requisiti patrimoniali e il rischio reputazionale.

La disruption del settore va avanti

Durante la pandemia da coronavirus, l'inclusione finanziaria nei mercati in via di sviluppo è diventata ancora più importante. La possibilità di recarsi fisicamente in banca e quindi di gestire le proprie finanze è stata fortemente limitata, se non addirittura interrotta, soprattutto per chi non aveva modo di accedervi dal proprio cellulare. Le soluzioni mobili si stanno dimostrando un'ancora di salvezza nelle economie emergenti e il problema dell'accessibilità è stato messo in primo piano. Chi ha avuto modo di accedere a Internet ha scoperto che attraverso i servizi fintech è possibile attingere immediatamente alle risorse finanziarie necessarie per la propria attività e per la vita quotidiana.

Durante la pandemia da coronavirus, l'inclusione finanziaria è diventata ancora più importante per i mercati in via di sviluppo.

- Daniel Hurley, Associate Portfolio Specialist , Emerging Markets

Vediamo molte opportunità nel post-pandemia, quando le persone si renderanno conto che gli strumenti digitali su cui hanno fatto affidamento durante il lockdown offrono servizi importanti, indipendentemente dalle condizioni. Le Fintech possono sfruttare questa opportunità per costruire la propria reputazione ed emergere più forti dalla crisi.

 

 

Informazioni importanti

Il materiale ha solo scopo informativo e/o di marketing e non è un consiglio o una raccomandazione di investimento. Consigliamo ai potenziali investiori di richiedere una consulenza legale, finanziaria e fiscale indipendente prima di assumere qualsiasi decisione di investimento. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore di un investimento puó oscillare e gli investitori potrebbero non ottenere l'intero importo investito.

Il materiale non è stato verificato da alcuna autorita di vigilanza in alcuna giurisdizione.

Informazioni e opinioni sono ottenute/ tratte da fonti ritenute affidabili ma non garantiamo completezza ed esaustivitá, né che eventuali previsioni si concretizzino. I pareri contenuti sono soggetti a cambiamento senza preavviso e possono differire da altre società del gruppo T. Rowe Price.

È vietata la diffusione, in qualsiasi forma, della pubblicazione e/o dei suoi contenuti. Il materiale è destinato all’uso esclusivo in Italia. Vietata la distribuzione retail.

Articolo precedente

Agosto 2020 / INVESTMENT INSIGHTS

Investire durante la pandemia
Prossimo Articolo

Agosto 2020 / INVESTMENT INSIGHTS

Perché il Recovery Fund non è una panacea
202008-1303885

Luglio 2020 / VIDEO

Emerging Markets in the new decade

Emerging Markets in the new decade

Emerging Markets in the new decade

Why the future for EMs will be different from the past.

Scott Berg & Andrew Keirle

Scott Berg & Andrew Keirle

Stai per uscire dal sito web di T. Rowe Price

T. Rowe Price non è responsabile per il contenuto di siti esterni, inclusi i dati di performance ivi contenuti. I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri.