Skip to main content

Giugno 2020 / INVESTMENT INSIGHTS

Asset allocation globale: approfondimento di giugno

Scopri l'outlook e gli ultimi trend del mercato globale

AGGIORNAMENTI DI MERCATO
Dati al 31 maggio 2020


Un aumento di misura inaspettata

I mercati globali sono cresciuti del 40% circa dai minimi di marzo, grazie all'allentamento in molti Paesi delle misure restrittive imposte alle imprese e quindi alla ripresa dell'attività economica. Anche se il rapido rimbalzo del mercato azionario ha un sapore di ritorno alla "normalità", la realtà economica può essere più cupa, soprattutto considerando che molti lavoratori in esubero nei settori più colpiti dal virus dovranno fare i conti con una perdita permanente di posti di lavoro e con un numero maggiore di imprese in difficoltà a causa della crisi. Al centro di questo disallineamento tra i dati economici e le valutazioni azionarie ci sono i titoli growth che, in particolare nei settori dello shopping online e dei servizi in streaming, hanno beneficiato del cambiamento nelle abitudini  di consumo. Prima della crisi, le azioni value hanno costantemente sottoperformance i titoli growth e ora, probabilmente, avranno bisogno di prove evidenti di un miglioramento dell'economia per poter dare il via a una ripresa. Intanto, molti investitori continuano a scommettere su titoli growth a discapito dei ciclici.

 

Tregua difficile?

Tra la pandemia da coronavirus e l'influenza della Cina su Hong Kong, i rapporti tra Stati Uniti e Pechino sono tornati a scricchiolare. I recenti disordini hanno riacceso quelle tensioni che i mercati credevano ormai superate dopo la cosiddetta "Fase Uno", l'accordo commerciale dello scorso anno. Così si rivedono sanzioni statunitensi nei confronti delle società cinesi, minacce di violazione dell'accordo commerciale di Fase Uno e gli Usa che suggeriscono di rimuovere lo "status speciale" alla città di Hong Kong. Con le elezioni presidenziali degli Stati Uniti che si avvicinano, è probabile che l'amministrazione Trump manterrà alta la pressione sulla Cina. Mentre i mercati hanno chiuso il 2019 sperando che la tregua tra Cina e Stati Uniti sia stata raggiunta, il ritorno delle recenti tensioni potrebbe favorire un ritorno della volatilità sui mercati.

 

Il "salvagente" coronabond?

Mentre l'economia sta cercando di risollevarsi dalla crisi, l'Unione Europea (UE) sta pianificando un pacchetto di stimoli fiscali senza precedenti, da 750 miliardi di euro: 500 miliardi in prestiti e 250 miliardi a fondo perduto, finanziati mediante l'emissione di obbligazioni paneuropee. Tutti i membri devono approvare la proposta e, poiché i dettagli del piano sono ancora in discussione, si prevede una resistenza da parte dei Paesi più austeri, come i "Frugal Four" (i quattro parsimoniosi) - Austria, Svezia, Danimarca e Paesi Bassi - convinti che il piano di ripresa dovrebbe basarsi solo sui prestiti. Anche se questo "programma" segna un passo importante verso la condivisione del debito e dei legami fiscali tra i membri dell'UE, non è chiaro se lo stimolo sarà sufficiente per sollevare la regione da questa recessione, né quali potrebbero essere le implicazioni a lungo termine dei potenziali legami fiscali.

 

Per una panoramica regione per regione scarica il PDF.

 

Informazioni importanti

Il materiale ha solo scopo informativo e/o di marketing e non è un consiglio o una raccomandazione di investimento. Consigliamo ai potenziali investiori di richiedere una consulenza legale, finanziaria e fiscale indipendente prima di assumere qualsiasi decisione di investimento. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore di un investimento puó oscillare e gli investitori potrebbero non ottenere l'intero importo investito.

Il materiale non è stato verificato da alcuna autorita di vigilanza in alcuna giurisdizione.

Informazioni e opinioni sono ottenute/ tratte da fonti ritenute affidabili ma non garantiamo completezza ed esaustivitá, né che eventuali previsioni si concretizzino. I pareri contenuti sono soggetti a cambiamento senza preavviso e possono differire da altre società del gruppo T. Rowe Price.

È vietata la diffusione, in qualsiasi forma, della pubblicazione e/o dei suoi contenuti. Il materiale è destinato all’uso esclusivo in Italia. Vietata la distribuzione retail.

Articolo precedente

Giugno 2020 / AZIONARIO USA

Perchè è importante investire nell’azionario americano?
Prossimo Articolo

Giugno 2020 / INVESTMENT INSIGHTS

La Cina sta guidando la ripresa asiatica
202006‑1210313

Maggio 2020 / INVESTMENT INSIGHTS

Global Asset Allocation: Approfondimento...

Global Asset Allocation: Approfondimento di maggio

Global Asset Allocation: Approfondimento...

Scopri trend e prospettive del mercato globale

Yoram Lustig

Yoram Lustig Responsabile delle Soluzioni Multi-Asset, EMEA

Aprile 2020 / INVESTMENT INSIGHTS

Global Asset Allocation: l'approfondimento...

Global Asset Allocation: l'approfondimento di aprile

Global Asset Allocation: l'approfondimento...

Scopri i trend e le prospettive del mercato globale

Yoram Lustig

Yoram Lustig Responsabile delle Soluzioni Multi-Asset, EMEA

Stai per uscire dal sito web di T. Rowe Price

T. Rowe Price non è responsabile per il contenuto di siti esterni, inclusi i dati di performance ivi contenuti. I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri.