Skip to main content

Aprile 2020 / INVESTMENT INSIGHTS

Global Asset Allocation: l'approfondimento di aprile

Scopri i trend e le prospettive del mercato globale


MARKET INSIGHT

Al 31 marzo 2020

Ammortizzare il colpo

Le politiche fiscali sono state rapide nel seguire le azioni intraprese dalle principali banche centrali per combattere gli effetti della pandemia di coronavirus. I Paesi del G20 hanno promesso oltre 5 trilioni di dollari di stimoli attraverso una vasta gamma di soluzioni per contenere l'impatto sull'economia globale. Gli Stati Uniti hanno varato un pacchetto di stimoli da 2 trilioni di dollari (rappresenta quasi il 10% del suo prodotto interno lordo), che include assegni pagati direttamente alle famiglie, nonché prestiti e garanzie ai settori direttamente colpiti, tra cui compagnie aeree, hotel e ospedali. Altri Paesi ne hanno seguito l'esempio, con un ampio sostegno a lavoratori e imprese, grandi e piccole. Sebbene le misure finora siano state attuate rapidamente, ci vorranno mesi per vedere gli effetti positivi sul sistema economico. Solo il tempo ci dirà se questi sforzi saranno sufficienti per compensare il danno finora procurato. Quanto più a lungo l'economia rimarrà ferma a causa della pandemia, tanto maggiore dovrà essere il supporto per favorirne il recupero.

Quanto potrà scendere ancora?

I prezzi del petrolio sono scesi di oltre il 60% nel primo trimestre, mentre molti titoli petroliferi hanno perso oltre la metà del loro valore. Al di là degli effetti diretti del coronavirus sulla domanda, i mercati hanno dovuto scontare anche la guerra tra Arabia Saudita e Russia, che ora si sta avviando verso la "guarigione". Il forte calo delle quotazioni del petrolio ha portato i prezzi del carburante su livelli così bassi che non si vedevano da decenni ma, con le attuali misure di allontanamento sociale in atto, i consumatori e le compagnie aeree non sono in grado di trarne vantaggio. Con prezzi vicini ai 20 dollari al barile, molti produttori stanno operando ben al di sotto dei loro livelli di break-even, in particolare i produttori americani di "shale" che, nonostante i bassi livelli, continuano a operare per generare flussi di cassa. Il rischio crescente è evidente nel mercato statunitense dei titoli high yield - con un'esposizione all'energia di circa il 10% - poiché i rendimenti sono aumentati di oltre il 10%. Mentre la battaglia tra i membri dell'OPEC+ può essere risolta, i persistenti squilibri strutturali e la gravità della recessione economica peseranno ulteriormente sul settore.

Emergenza liquidità

Dato che i mercati hanno subito forti cali in risposta alla pandemia di coronavirus, lo stress di liquidità nei mercati obbligazionari ha aggravato la situazione, in quanto gli investitori che popolavano il mondo dei bond non erano in grado di trovare acquirenti sul mercato aperto e sono stati costretti a vendere a livelli poco interessanti. Parte di questo problema può essere attribuito ai trader e ai forti deflussi dalle obbligazioni; ma il vero nodo risiede nel rafforzamento post crisi globale della normativa bancaria, che ha limitato la capacità di leverage delle banche. In risposta alla crisi incombente di liquidità, la Fed ha iniettato rapidamente una massiccia quantità di denaro nei mercati, prevedendo l'acquisto di obbligazioni governative e societarie, nella speranza di supportare il prezzo delle obbligazioni. Per ora, le misure estreme sembrano aver favorito una stabilizzazione del mercato del credito. Tuttavia, resta da vedere se queste misure saranno sufficienti per traghettare i mercati fuori questa crisi; in caso contrario, la Fed potrebbe essere costretta a intervenire ancora in nome del "whatever it takes".

Per una panoramica regione per regione, scarica il PDF .

 

 

Informazioni importanti

Il materiale ha solo scopo informativo e/o di marketing e non è un consiglio o una raccomandazione di investimento. Consigliamo ai potenziali investiori di richiedere una consulenza legale, finanziaria e fiscale indipendente prima di assumere qualsiasi decisione di investimento. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore di un investimento puó oscillare e gli investitori potrebbero non ottenere l'intero importo investito.

Il materiale non è stato verificato da alcuna autorita di vigilanza in alcuna giurisdizione.

Informazioni e opinioni sono ottenute/ tratte da fonti ritenute affidabili ma non garantiamo completezza ed esaustivitá, né che eventuali previsioni si concretizzino. I pareri contenuti sono soggetti a cambiamento senza preavviso e possono differire da altre società del gruppo T. Rowe Price.

È vietata la diffusione, in qualsiasi forma, della pubblicazione e/o dei suoi contenuti. Il materiale è destinato all’uso esclusivo in Italia. Vietata la distribuzione retail.

Articolo precedente

Aprile 2020 / INVESTMENT INSIGHTS

La prospettiva del debito emergente migliora a seguito di periodi di volatilità
Prossimo Articolo

Aprile 2020 / INVESTMENT INSIGHTS

Sarà la Cina a guidare la ripresa economica nel dopo coronavirus?
202004‑1146872

Marzo 2020 / INVESTMENT INSIGHTS

Asset allocation globale: approfondimenti...

Asset allocation globale: approfondimenti di marzo

Asset allocation globale: approfondimenti di marzo

Yoram Lustig

Yoram Lustig Responsabile delle Soluzioni Multi-Asset, EMEA

Febbraio 2020 / INVESTMENT INSIGHTS

Asset Allocation Globale: approfondimenti...

Asset Allocation Globale: approfondimenti di febbraio

Asset Allocation Globale: approfondimenti di febbraio

Yoram Lustig

Yoram Lustig Responsabile delle Soluzioni Multi-Asset, EMEA

Gennaio 2020 / Investment Insights

Asset allocation globale: approfondimenti...

Asset allocation globale: approfondimenti di gennaio

Asset allocation globale: approfondimenti di gennaio

Asset allocation globale Approfondimenti di gennaio

Yoram Lustig

Yoram Lustig Responsabile delle Soluzioni Multi-Asset, EMEA

Stai per uscire dal sito web di T. Rowe Price

T. Rowe Price non è responsabile per il contenuto di siti esterni, inclusi i dati di performance ivi contenuti. I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri.