Skip to main content

Aprile 2020 / INVESTMENT INSIGHTS

La pandemia di coronavirus potrebbe cambiare l'agenda economica e della sanità

Le riforme "democratiche" sono state probabilmente rimandate alla fine della crisi

Il nuovo coronavirus avrà gravi conseguenza sull'economia e sulla sanità pubblica, che diventeranno le due priorità dei democratisi se il candidato del partito, Joe Biden, dovesse vincere le elezioni presidenziali 2020.

Rinviata la stretta regolamentare

Sebbene l'assistenza sanitaria sia costantemente considerata uno dei principali problemi degli americani, il coronavirus ha aumentato la consapevolezza degli elettori sulla necessità di accedere alle cure a prezzi accessibili, per test, cure ospedaliere e spese. La volontà dei democratici di ampliare il Medicare e la sanità pubblica potrebbe conquistare sempre più il favore degli elettori, offrendo così all'amministrazione Biden l'opportunità di capitalizzare un'opportunità per la riforma sanitaria.

La volontà dei democratici di ampliare il Medicare e la sanità pubblica potrebbe conquistare sempre più il favore degli elettori...

Dato che i produttori farmaceutici e biofarmaceutici, le aziende produttrici di dispositivi medici e gli ospedali sono stati sfruttati dal governo come partner nella mitigazione e nel trattamento degli effetti della malattia COVID-19, la stretta alle politiche normative che "governano" queste industrie potrebbero essere rinviata, almeno fino alla fine della crisi. Per esempio, potremmo vedere una pausa sugli attuali sforzi del Congresso per limitare la fatturazione medica e contenere i prezzi dei farmaci.

Politica fiscale più moderata

In un'economia in ripresa, sarà politicamente più difficile per un'amministrazione democratica inasprire la pressione fiscale, per esempio imponendo un'aliquota del 35% sulle società. Tuttavia, man mano che la crisi sanitaria si attenua, un aumento graduale delle imposte (incrementando l'aliquota sulle fasce di reddito più alte, istituendo un aumento incrementale dell'imposta sulle società e alzando l'aliquota sulle plusvalenze) potrebbe servire per reperire le risorse necessarie a finanziare gli sforzi di stimolo, come un programma infrastrutturale.

In un'economia in ripresa, sarà politicamente più difficile per un'amministrazione democratica imporre aumenti fiscali più rigorosi, come un ritorno a un'aliquota del 35% sulle imposte societarie.

Più supporto per le riforme del lavoro

Negli Stati Uniti, la crisi del coronavirus ha anche messo in luce gli effetti della disparità di reddito. Secondo Martha Ross e Nicole Bateman del Brookings Institution, circa il 44% dei lavoratori statunitensi (53 milioni di persone) guadagna uno stipendio orario medio di 10,22 dollari e ha un accesso limitato alle indennità di malattia e di congedo familiare.

Il danno economico causato dalla pandemia di coronavirus potrebbe stimolare un maggiore sostegno politico alla proposta di Biden di aumentare il salario minimo a 15 dollari l'ora e ampliare le opzioni di congedo per malattia per i lavoratori a basso salario.

Potenziale impatto sulle elezioni

Ci aspettiamo che l'epidemia di coronavirus influenzi il sentimento degli elettori nelle presidenziali di novembre. Nella storia moderna, le recessioni hanno inibito la capacità di ogni presidente di essere rieletto. Gli sforzi del presidente Donald Trump per plasmare la sua campagna attorno allo slogan "promesse fatte, promesse mantenute" possono essere sopraffatti dalle performance della sua gestione della crisi, sia economica sia sanitaria.

Nei cicli di rielezione presidenziale, valutiamo lo stato di salute di una campagna in corso in base a due fattori: l'affluenza alle urne e i cosiddetti "approval ratings". La pandemia di coronavirus complicherà l'affluenza nel 2020. I Repubblicani hanno generalmente una base di voto più piccola, ma più affidabile, rispetto ai democratici e tendono a beneficiare di tassi di affluenza complessivi più bassi.

Se gli Stati attuassero misure per mantenere ed espandere l'accesso al voto durante questa crisi - aprendo un numero sempre maggiore di sondaggi, incoraggiando il voto anticipato e ampliando la possibilità di voto per corrispondenza e assenti - l'affluenza alle urne potrebbe essere a livelli normali o elevati, per lo più a beneficio dei Democratici. Ma questo risultato non è lo scenario più probabile. Le regole di voto saranno incoerenti tra gli Stati e l'incertezza circonderà la disponibilità di opzioni di posta elettronica e di seggi elettorali. Questo ridurrebbe l'affluenza alle urne, offrendo un vantaggio ai Repubblicani.

L'affluenza alle urne potrebbe svanire anche se il virus non fosse adeguatamente contenuto. La paura di riunirsi in luoghi pubblici affollati può reprimere l'affluenza complessiva, in particolare tra gli elettori più anziani e tra chi non ha la possibilità di esprimere il voto per corrispondenza.

Se dovesse vincere, Biden avrà bisogno di maggioranze sia alla Camera sia al Senato. Ma anche se dovesse verificarsi una "Blue Wave" (l'onda di piena democratica), i democratici avrebbero probabilmente un margine ristretto sui Repubblicani al Senato. Quella scarsa maggioranza modererebbe le proposte politiche più progressiste, così come la percezione di Biden di quali proposte politiche potrebbero effettivamente diventare legge.

 

Informazioni importanti

Il materiale ha solo scopo informativo e/o di marketing e non è un consiglio o una raccomandazione di investimento. Consigliamo ai potenziali investiori di richiedere una consulenza legale, finanziaria e fiscale indipendente prima di assumere qualsiasi decisione di investimento. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore di un investimento puó oscillare e gli investitori potrebbero non ottenere l'intero importo investito.

Il materiale non è stato verificato da alcuna autorita di vigilanza in alcuna giurisdizione.

Informazioni e opinioni sono ottenute/ tratte da fonti ritenute affidabili ma non garantiamo completezza ed esaustivitá, né che eventuali previsioni si concretizzino. I pareri contenuti sono soggetti a cambiamento senza preavviso e possono differire da altre società del gruppo T. Rowe Price.

È vietata la diffusione, in qualsiasi forma, della pubblicazione e/o dei suoi contenuti. Il materiale è destinato all’uso esclusivo in Italia. Vietata la distribuzione retail.

Articolo precedente

Aprile 2020 / VIDEO

Introduzione alla strategia: Us Large-Cap Core Equity
Prossimo Articolo

Aprile 2020 / VIDEO

Conoscere il minimo assoluto del mercato non è importante
202004‑1149702

Marzo 2020 / INVESTMENT INSIGHTS

La salute al centro della corsa presidenziale...

La salute al centro della corsa presidenziale dei Democratici

La salute al centro della corsa presidenziale dei Democratici

Qualche cambiamento profondo è probabile, ma non ci sarà uno stravolgimento totale

Katie Deal

Katie Deal Associate Analyst

Aprile 2020 / WEBCAST

Assessing the Coronavirus Impact on the US

Assessing the Coronavirus Impact on the US

Assessing the Coronavirus Impact on the US

US Large-Cap Growth Equity Strategy Update

Taymour Tamaddon

Taymour Tamaddon Portfolio Manager

Stai per uscire dal sito web di T. Rowe Price

T. Rowe Price non è responsabile per il contenuto di siti esterni, inclusi i dati di performance ivi contenuti. I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri.