INVESTMENT INSIGHTS

Trovare fonti sostenibili di extrarendimento

Scott Berg , Portfolio Manager

Punti essenziali

  • Ai fini dell'alfa, è importante esplorare tutta la gamma di opportunità, incluso il meglio che possono offrire i mercati emergenti.
  • Visti i fondamentali divergenti fra le varie regioni del mondo, tanto più in quello emergente, è essenziale concentrarsi su aziende di qualità che si distinguono per la solida capacità di generare utili in modo sostenibile nel tempo. 
  • Definire il potenziale economico di una società e dei relativi prodotti o sevizi, ma focalizzare l'attenzione anche su strutture settoriali interessanti. Investire solo se si crede fermamente in un titolo e quando la valutazione offre un chiaro potenziale di rialzo.

Abbiamo goduto di un periodo straordinario per l'investimento in azioni dopo la crisi finanziaria globale, segnato dalla volatilità ma anche da un'abbondanza di opportunità senza precedenti. Dal lancio della strategia Global Growth Equity, il panorama finanziario è stato condizionato da numerosi eventi che hanno creato un contesto fra i più memorabili nella storia dei mercati dei capitali. La filosofia di investimento, imperniata sulla selezione dei titoli e un approccio meditato alla costruzione del portafoglio, è stata messa a dura prova in questo ambiente fuori dal comune, ma la strategia è riuscita a solcare con successo anche le acque più agitate.
 

Questo risultato non sarebbe stato possibile senza le risorse di cui disponiamo in T. Rowe Price. Sono fermamente convinto che la nostra piattaforma di ricerca globale mi dia un vantaggio concreto, grazie all'ampio raggio di copertura e alla coerenza di risultati. Questo strumento unico ci permette di agire su un piano realmente globale, diversificando fra settori e aree geografiche, e consente anche alla strategia di esplorare a fondo la gamma di opportunità, per cogliere tutto il meglio che i mercati emergenti possono offrire, rendendo più facile ed efficiente la nostra ricerca di alfa durevole e ripetibile.
 

Di seguito esaminiamo alcuni dei motivi principali per cui riteniamo che quanto ottenuto finora sia sostenibile in un orizzonte di lungo periodo.

Un approccio davvero globale

Molti gestori azionari globali limitano l'esposizione per lo più ai mercati sviluppati, ignorando altre aree accessibili. Noi invece crediamo che la capacità di guardare oltre l'indice sia essenziale per creare un ventaglio di opportunità più ampio e potenzialmente più remunerativo per i portafogli. Negli ultimi anni, ho viaggiato in quasi 60 paesi alla ricerca di nuove idee d’investimento. Il frutto di questo lavoro è la strategia Global Growth Equity, investita in 29 paesi distinti, di cui 14 sono singoli mercati emergenti.1 La possibilità di estendere al massimo la gamma di opportunità e fare leva sulle vaste risorse analitiche di T. Rowe Price mi mette in condizione di individuare un maggior numero di società che soddisfano i rigorosi criteri di inclusione nel portafoglio.

La nostra piattaforma di ricerca globale ci dà un vantaggio sulla concorrenza in termini di copertura e profondità dell'analisi.
- Scott Berg, Portfolio Manager, Global Growth Equity Strategy

Allarga i tuoi orizzonti e scava più a fondo

Gettare una rete più ampia comporta enormi vantaggi. I mercati emergenti presentano caratteristiche di crescita non disponibili nel mondo sviluppato, che consentono ad aziende di alta qualità in determinati settori di incrementare gli utili in modo sostenibile, a un ritmo nettamente superiore alla media mondiale. Le banche sono un ottimo esempio: la redditività del capitale nella regione emergente (EM) supera abbondantemente quella degli istituti corrispondenti nei mercati sviluppati. (figura 1).
 

Anche i profili di crescita di paesi come India, Filippine, Indonesia e Perù sono estremamente promettenti. L'India continua ad avanzare a un ritmo straordinario, grazie alla popolazione giovane, al basso PIL pro capite e alla forza lavoro in forte espansione. Il progresso dell'urbanizzazione e l'ascesa della classe media, insieme a nuovi settori di crescita dinamici, implicano un enorme potenziale per gli investitori. La rielezione del primo ministro Narendra Modi ha dato ulteriore impulso, mentre  i tassi di interesse reali fra i più alti al mondo, intorno al 4%, lasciano aperta l'ipotesi di qualche taglio  da cui potrebbe derivare uno stimolo aggiuntivo.

Puntiamo a cogliere le migliori opportunità disponibili nei mercati emergenti attraverso la nostra gestione attiva di tipo bottom-up.
- Scott Berg Portfolio Manager, Global Growth Equity Strategy

Vale anche la pena di mettere in evidenza la visione distorta di alcuni investitori azionari globali riguardo ai mercati emergenti, considerati speso una classe di attivi omogenea nonostante le grandi differenze a livello economico, politico e geografico. Questo atteggiamento ha determinato periodi di euforia e sconforto per i paesi emergenti, e conseguenti risultati sovra e sottoperformanti rispetto ai mercati sviluppati.
 

Da parte nostra, abbiamo sempre adottato la strategia di mantenere un'esposizione robusta ma selettiva sulla regione emergente, con una preferenza per i mercati non tradizionali e una scarsa sovrapposizione con l'indice MSCI Emerging Markets. La componente attiva delle posizioni della strategia nei mercati emergenti rappresenta l'82%, rispetto all'indice MSCI Emerging Markets.2


(Fig. 1) Le banche dei mercati emergenti offrono una redditività del capitale molto maggiore

Banche dei mercati emergenti e sviluppati a confronto - Redditività del capitale (ROE)
Al 30 giugno 2019

Fig 1: Banche dei mercati emergenti e sviluppati a confronto - Redditività del capitale (ROE). Al 30 giugno 2019

La performance passata non è un indicatore affidabile di risultati futuri.
Fonte: MSCI tramite FactSet (cfr. Informativa aggiuntiva).


La strategia offre anche un buon complemento di esposizione ai mercati emergenti rispetto a molti portafogli dedicati a questa regione: spesso infatti includiamo paesi periferici e appartenenti alla categoria dei mercati di frontiera, adottando peraltro un orientamento settoriale meno diversificato in confronto ai manager dedicati, per via della nostra predilezione per le opportunità di crescita secolare a lungo termine in aree come quelle dei finanziari e dei consumi. Questo approccio si è rivelato particolarmente premiante per la strategia, la cui sovraperformance è derivata in larga misura da questi segmenti.
 

I risultati delle posizioni detenute nella regione emergente reggono bene al confronto con quelli di molti gestori dedicati, generalmente più esposti all'indice MSCI EM, mentre noi cerchiamo attivamente di evitare le aree dell'indice in cui a nostro avviso la qualità delle aziende è inferiore. Sono molti i fattori che influiscono su tale aspetto qualitativo, tra cui la scarsa efficacia del management, la governance insufficiente in base ai criteri ESG (ambientali, sociali e di governance) o l'assenza di catalizzatori positivi (disruption nel settore). Rientrano in queste categorie alcune società a controllo statale (SOE).


Cruciale il ruolo dell'alta convinzione

Alcuni ritengono che per generare alfa sia necessario un portafoglio altamente concentrato, ma dal nostro punto di vista, la concentrazione non è sinonimo di convinzione. Le nostre capacità di ricerca ci consentono di ottenere motivazioni solide su cui basare le decisioni di investimento nei singoli titoli, il che implica un alto grado di convinzione nel loro potenziale di raggiungere i nostri obiettivi di prezzo.
 

Ciò non toglie che la selettività abbia un ruolo cruciale. Visti i fondamentali divergenti fra le varie regioni del mondo, tanto più in quello emergente, concentriamo l'attenzione su aziende di qualità che si distinguono per la solida capacità di generare utili in modo sostenibile nel tempo. Anche le valutazioni sono parte integrante del nostro processo: seguiamo una disciplina di prezzo coerente in cui le valutazioni assolute e relative vengono raffrontate ai livelli storici, di mercato e di settore.


Porzione del portafoglio rappresentativo Global Growth Equity investita nei mercati emergenti

Al 30 giugno 2019

Chart: Porzione del portafoglio rappresentativo Global Growth Equity investita nei mercati emergenti. Al 30 giugno 2019

Il portafoglio rappresentativo costituisce una selezione del composito che rispecchia, a nostro parere, più fedelmente l’attuale stile di gestione del portafoglio per la strategia. La performance non è un criterio per la selezione del portafoglio rappresentativo. Le caratteristiche del portafoglio rappresentativo qui riportato possono differire da quelle di altre selezioni nella strategia.

Cerchiamo di selezionare per i clienti le azioni migliori disponibili in tutta la gamma di settori e aree geografiche.
- Scott Berg Portfolio Manager, Global Growth Equity Strategy

La nostra ricerca prende in considerazione anche le società che presentano flussi di cassa robusti e utili durevoli nel tempo, ma non sono ancora state individuate e adeguatamente valutate dal mercato. Rientrano in questa categoria le aziende attive in settori che offrono un terreno fertile per la crescita sostenibile, con possibilità di espansione delle quote di mercato e altre barriere all'entrata. Per queste società è vitale comprendere il meccanismo di incremento delle quote di mercato e i fattori di innesco di questo processo, che è poi in ultima analisi il motore dei rendimenti.
 

La convinzione riguarda anche le tematiche: l'individuazione di un tema robusto spesso ispira l'apertura di diverse posizioni allineate a questa idea. Per esempio, alcune società hanno suscitato il nostro interesse essendo ben posizionate per beneficiare della tendenza all'espansione della classe media nei mercati emergenti. Piuttosto che investire in una multinazionale esposta ai mercati emergenti, la strategia ha preferito puntare direttamente su società insediate nella regione che offrono prodotti e servizi tarati sui gusti locali.
 

Siamo convinti che l'esposizione indiretta in alcuni casi non sostituisca adeguatamente gli investimenti diretti nei mercati emergenti, in quanto spesso non consente al gestore di esprimere appieno la tesi di rischio e rendimento perseguita. Peraltro, l'investimento diretto in molte situazioni si rivela essenziale per trarre il massimo vantaggio dalle storie di crescita nei settori meno affermati come le utilities, i beni voluttuari, i finanziari e le telecomunicazioni.


(Fig. 2a) Il nostro approccio differenziato al modo emergente

Porzione del portafoglio rappresentativo Global Growth Equity investita nei mercati emergenti rispetto alla componente EM dell'indice MSCI All Country World
Ponderazioni per paese 
Al 30 giugno 2019

Fig 2a. Porzione del portafoglio rappresentativo Global Growth Equity investita nei mercati emergenti rispetto alla componente EM dell'indice MSCI All Country World

 

Fonte: MSCI tramite FactSet (cfr. Informativa aggiuntiva).

T. Rowe Price utilizza i Global Industry Classification Standard (GICS) di MSCI/MSCI/S&P per la reportistica globale e settoriale e aderirà a tutti gli aggiornamenti della struttura GICS per la redazione dei rendiconti futuri.

Il portafoglio rappresentativo costituisce una selezione del composito che rispecchia, a nostro parere, più fedelmente l’attuale stile di gestione del portafoglio per la strategia. La performance non è un criterio per la selezione del portafoglio rappresentativo. Le caratteristiche del portafoglio rappresentativo qui riportato possono differire da quelle di altre selezioni nella strategia.


(Fig. 2b) Il nostro approccio differenziato al mondo emergente

Porzione del portafoglio rappresentativo Global Growth Equity investita nei mercati emergenti rispetto alla componente EM dell'indice MSCI All Country World

Ponderazioni per paese
Al 30 giugno 2019

Fig 2b. Porzione del portafoglio rappresentativo Global Growth Equity investita nei mercati emergenti rispetto alla componente EM dell'indice MSCI All Country World

 

 

Fonte: MSCI tramite FactSet (cfr. Informativa aggiuntiva).

T. Rowe Price utilizza i Global Industry Classification Standard (GICS) di MSCI/MSCI/S&P per la reportistica globale e settoriale e aderirà a tutti gli aggiornamenti della struttura GICS per la redazione dei rendiconti futuri.

Il portafoglio rappresentativo costituisce una selezione del composito che rispecchia, a nostro parere, più fedelmente l’attuale stile di gestione del portafoglio per la strategia. La performance non è un criterio per la selezione del portafoglio rappresentativo. Le caratteristiche del portafoglio rappresentativo qui riportato possono differire da quelle di altre selezioni nella strategia.


(Fig. 3) Performance - Composito Global Growth Equity

Gli importi sono calcolati in dollari USA
Periodi fino al 30 giugno 2019

Fig 3. Gli importi sono calcolati in dollari USA. Periodi fino al 30 giugno 2019

 

La performance passata non è un indicatore affidabile di risultati futuri.

I rendimenti lordi includono le commissioni di gestione e di ogni altra commissione, ove applicabile, ma al netto delle spese di negoziazione La performance al netto delle commissioni riflette la deduzione della massima commissione di gestione applicabile che sarebbe addebitata in base al piano di commissioni incluso in questo materiale, senza considerare gli sconti breakpoint. I rendimenti lordi e netti riflettono il reinvestimento dei dividendi e sono al netto delle ritenute alla fonte non recuperabili su dividendi, interessi attivi e plusvalenze.

1 Rendimenti indicati con dividendi lordi reinvestiti.

2La riga Valore aggiunto riporta il composito Global Growth Equity (al lordo delle commissioni) meno il benchmark nella riga precedente.

3 Performance indicate con reinvestimento dei dividendi dopo la deduzione delle ritenute fiscali.

Fonte dei dati MSCI: MSCI. MSCI non rilascia alcuna garanzia né dichiarazione esplicita o implicita e non assume alcuna responsabilità in relazione ai dati MSCI contenuti nel presente documento. Non è consentito ridistribuire o riutilizzare i dati MSCI come base per altri indici, titoli o prodotti finanziari. La presente relazione non è stata approvata, rivista né prodotta da MSCI.

A partire dal 27 giugno 2013, il benchmark per il composito è l'indice MSCI All Country World, che ha sostituito l'indice MSCI All Country World Large Cap impiegato fino a tale data. La società ha proceduto a tale sostituzione ritenendo che il nuovo benchmark fornisca una migliore rappresentazione della strategia di investimento del composito. La performance annualizzata del benchmark collegato, che include l'andamento dell'indice MSCI All Country World Large Cap dal 31 ottobre 2008 al 27 giugno 2013 e quello dell'indice MSCI All Country World dal 28 giugno 2013 in poi, è disponibile sulla pagina Performance del benchmark stesso.


Il filo di collegamento - Gestione attiva fondamentale bottom-up

Siamo convinti che la gestione attiva basata sulla ricerca fondamentale bottom-up sia lo strumento migliore per svelare le anomalie nei mercati azionari e trarne vantaggio. Uno dei principi cardine della nostra filosofia di investimento è che i titoli growth di qualità sono spesso erroneamente prezzati perché il mercato sottovaluta la sostenibilità a lungo termine dei flussi di utile, una situazione che si verifica ancora più di frequente nei mercati emergenti, dove il profilo demografico e i fattori strutturali sono orientati al lungo periodo per natura. Un altro principio importante è che le quotazioni a lungo termine sono fortemente influenzate da fattori specifici dei singoli titoli. In ultima analisi, cerchiamo di investire in società che presentano attività in crescita di alta qualità in settori validi, ma offrono anche una buona opportunità sotto il profilo della valutazione, con un potenziale di rialzo convincente.
 

Questo aspetto punta dritto al cuore della gestione attiva: compiere scelte difficili prendendo decisioni sistematicamente vincenti in un orizzonte di lungo periodo. La chiave è trovare una fonte sostenibile di extrarendimento al netto delle commissioni, quando l'esigenza di ridurre i costi ed evitare delusioni diventa particolarmente pressante. La nostra ambizione è generare risultati "best in class" facendo ciò che sappiamo fare meglio: scovare titoli promettenti in termini di cash flow e utili durevoli che il resto del mercato non ha ancora individuato e valutato adeguatamente.

 

1 Dati al 30 giugno 2019.

2 Dati al 30 giugno 2019.


Rischi principali.
Le operazioni in titoli denominati in valuta estera sono soggette alle fluttuazioni dei tassi di cambio che possono incidere sul valore dell'investimento. La strategia è soggetta alla volatilità correlata all'investimento azionario, e il suo valore può fluttuare più di quello di una strategia che investe in titoli orientati a generare reddito. Il portafoglio può includere investimenti in titoli di società quotate in borse di paesi emergenti.


INFORMATIVA GIPS®

Composito Global Growth Equity
Periodo fino al 30 giugno 2019. Cifre indicate in dollari USA.

Table: Composito Global Growth Equity Periodo fino al 30 giugno 2019. Cifre indicate in dollari USA.

 

1Riflette la deduzione delle commissioni di gestione applicabili più elevate, senza gli sconti breakpoint. Il rendimento dell'investimento e il valore del capitale investito sono soggetti a variazione. La performance passata non è un indicatore affidabile di risultati futuri. La performance composita mensile è disponibile su richiesta. Ulteriori informazioni sui calcoli al netto delle commissioni sono riportate di seguito.

2A partire dal 1 luglio 2018, il benchmark secondario è indicato non più al lordo, ma al netto delle ritenute fiscali; la modifica è stata adottata per fornire informazioni aggiuntive sulle possibili conseguenze fiscali per il composito. Le rappresentazioni storiche del benchmark sono state riformulate di conseguenza. A partire dal 27 giugno 2013, l'indice MSCI All Country World è diventato il benchmark principale, mentre quello secondario è l'indice MSCI All Country World Large Cap; l'indice MSCI All Country World era stato aggiunto come benchmark secondario per il composito in data 1 agosto 2009.

3Dato preliminare, passibile di rettifica.

T. Rowe Price (TRP) ha predisposto e presentato questo documento conformemente ai Global Investment Performance Standards (GIPS®). La società è stata sottoposta a revisione indipendente da parte di KPMG LLP per il periodo di 22 anni conclusosi il 30 giugno 2018. La relazione sulla revisione è disponibile su richiesta. La revisione valuta (1) se a livello aziendale sono stati rispettati tutti i requisiti relativi alla costruzione del composito previsti dagli standard GIPS e (2) se le politiche e le procedure aziendali sono definite in modo da consentire il calcolo e la presentazione della performance conformemente agli standard GIPS. La revisione non garantisce l'accuratezza della presentazione di alcun composito specifico.

T. Rowe Price (TRP) è una società di gestione degli investimenti statunitense che si avvale di vari consulenti di investimenti registrati presso la Securities and Exchange Commission statunitense, la UK Financial Conduct Authority e altri enti regolatori in vari paesi e si propone come tale ai potenziali clienti per le finalità degli standard GIPS. TRP si definisce inoltre in base agli standard GIPS come gestore discrezionale di investimenti che fornisce i propri servizi principalmente a clienti istituzionali con riferimento a vari mandati, tra cui strategie statunitensi, internazionali e globali; sono esclusi i servizi del gruppo Private Asset Management. Per l'inclusione nei compositi, i portafogli azionari devono avere un livello minimo di asset pari a 5 milioni di dollari USA; prima del gennaio 2002 tale limite era fissato a 1 milione di dollari USA. Per i portafogli a reddito fisso e di asset allocation il livello minimo di asset richiesto ai fini dell'inclusione nei compositi è di 10 milioni di dollari USA; prima di gennaio 2002 e fino a ottobre 2004 tale livello era, rispettivamente, di 1 e 5 milioni di dollari. Le valutazioni e le performance sono calcolate e riportate in dollari USA. I rendimenti lordi vengono presentati al lordo delle commissioni di gestione e di tutte le altre commissioni, laddove applicabili, ma al netto delle spese di negoziazione. La performance al netto delle commissioni riflette la deduzione della massima commissione di gestione applicabile che sarebbe addebitata in base al piano di commissioni incluso in questo materiale, senza considerare gli sconti breakpoint. I rendimenti lordi e netti riflettono il reinvestimento dei dividendi e sono al netto delle ritenute alla fonte non recuperabili su dividendi, interessi attivi e plusvalenze. A partire dal 30 giugno 2013 la valutazione del portafoglio e le masse in gestione vengono calcolate in base al prezzo di chiusura del titolo nel mercato di riferimento. È possibile che in precedenza i portafogli detentori di titoli internazionali siano stati adeguati per tenere conto di eventi verificatisi nel dopo mercato. I criteri adottati per la valutazione dei portafogli, il calcolo della performance e la redazione di presentazioni conformi sono disponibili su richiesta. La dispersione viene misurata dalla deviazione standard nei rendimenti dei portafogli ponderati sul patrimonio rappresentati all'interno di un composito per l'intero anno. La dispersione non viene calcolata per i compositi con un numero di portafogli pari o inferiore a cinque.

Alcuni portafogli possono negoziare future, opzioni e altri derivati potenzialmente ad alto rischio, che di norma rappresentano meno del 10% di un portafoglio.

I benchmark vengono ricavati da fonti di pubblico dominio e possono prevedere metodologie di calcolo, orari di fissazione dei prezzi e fonti dei tassi di cambio diversi rispetto ai compositi.

I criteri stabiliti per il composito prevedono l'eliminazione temporanea di qualsiasi portafoglio che registri un massiccio afflusso o deflusso di capitale avviato da un cliente, di entità pari o superiore al 15% del patrimonio. Tale eliminazione viene effettuata all'inizio del periodo di misurazione in cui si verifica il flusso di cassa rilevante e il portafoglio viene reinserito nel composito l'ultimo giorno del mese corrente successivo. Maggiori informazioni sulla gestione dei flussi di cassa di entità rilevante sono disponibili su richiesta.

L'elenco delle descrizioni del composito e/o una presentazione conforme agli standard GIPS® sono disponibili su richiesta.


Informativa aggiuntiva

Fornitore di analisi e dati finanziari FactSet.  Copyright 2019 FactSet. Tutti i diritti riservati.

MSCI, con le relative società affiliate e le fonti e i fornitori terzi (collettivamente, "MSCI"), non fornisce garanzie o dichiarazioni, esplicite o implicite, e non assume alcuna responsabilità riguardo ai dati MSCI qui riportati. Non è consentito ridistribuire o riutilizzare i dati MSCI come base per altri indici, titoli o prodotti finanziari. La presente relazione non è stata approvata, rivista né prodotta da MSCI. Le analisi e i dati storici MSCI non devono essere considerati come un'indicazione o una garanzia di analisi o previsioni di performance future. In nessun caso i dati MSCI sono da intendersi come una consulenza di investimento o una raccomandazione ad adottare (o non adottare) decisioni di investimento di qualsiasi tipo e non sono una base su cui fare affidamento a tale scopo.

Informazioni importanti

Questo materiale è fornito a scopo esclusivamente informativo. Il materiale non costituisce né si prefigge di fornire una consulenza di alcun genere, neppure in materia di investimento fiduciario; si consiglia ai potenziali investitori di richiedere una consulenza legale, finanziaria e fiscale indipendente prima di assumere qualsiasi decisione d'investimento. Le società del gruppo T. Rowe Price, incluse T. Rowe Price Associates, Inc. e/o le sue affiliate, ottengono ricavi dai prodotti e servizi di investimento di T. Rowe Price. I rendimenti passati non costituiscono un’indicazione affidabile di quelli futuri. Il valore di un investimento e l’eventuale reddito da esso derivante possono aumentare o diminuire. Gli investitori possono ottenere un importo inferiore rispetto a quello investito.

Il presente materiale non costituisce distribuzione, offerta, invito, raccomandazione o sollecitazione personale o generale all'acquisto o alla vendita di titoli in alcuna giurisdizione, né allo svolgimento di qualsiasi attività di investimento specifica. I contenuti del presente materiale non sono stati verificati da alcuna autorità di vigilanza in alcuna giurisdizione.

Le informazioni e le opinioni qui presentate sono state ottenute o tratte da fonti ritenute affidabili e aggiornate; tuttavia, non siamo in grado di garantirne l'accuratezza né l'esaustività. Non vi è alcuna garanzia che eventuali previsioni si concretizzino. I pareri qui contenuti sono espressi alla data indicata sul materiale e sono soggetti a cambiamento senza preavviso; questi pareri possono differire da quelli di altre società del gruppo T. Rowe Price e/o di loro associate. Il materiale non dovrà essere, in nessun caso, copiato né ridistribuito, in tutto o in parte, in assenza del consenso di T. Rowe Price.

Il materiale non è destinato ad essere utilizzato da persone che siano in giurisdizioni che vietino o limitino la distribuzione del materiale e in alcuni paesi tale materiale è fornito solo su richiesta specifica.

Il presente documento non è finalizzato alla distribuzione ai clienti retail in alcuna giurisdizione.

 

201908‑925110

FONDO CORRELATO
SICAV
Classe I USD
ISIN LU0382933116
Selezionare titoli superiori nel più ampio universo d’investimento azionario globale.
Visualizza Altro...
Rendimento 3 A
(Annualizzato)
16,68%
Dimensione del fondo
(USD)
$488,3mln