INVESTMENT VIEWPOINT

Il settore tecnologico è ancora in forza

Punti essenziali

  • Le spinte strutturali che alimentano l'avanzata del settore tecnologico sono robuste e destinate a durare. L'innovazione continua a un ritmo inarrestabile, come abbiamo scoperto durante il nostro viaggio annuale nella Silicon Valley.

  • L'entità dei nostri investimenti ci consente di incontrare molte figure di primo piano del settore. L'espansione delle piattaforme media, l'ascesa dell'intelligenza artificiale (AI) e il potenziale del cloud sono ancora fattori di grande rilievo a molti livelli diversi.

  • Gli investitori dovrebbero considerare la tecnologia non come un settore a sé stante, ma in un'ottica più variegata. Il cambiamento tecnologico sta influenzando i modelli di business in tutti i settori del mercato globale.

Il settore della tecnologia continua a riscuotere enorme interesse. È passato poco più di un decennio da quando l'universo di investimento era composto principalmente da società di personal computer e software, ma questo comparto ha subito un cambiamento profondo in un lasso di tempo relativamente breve e nel corso di questa evoluzione ha generato una quantità di valore enorme. Oggi è molto più vasto e caratterizzato da una varietà di mercati, aziende e modelli di business mai vista prima. Investendo su larga scala, dobbiamo fare i conti con questa industria estremamente dinamica e sottoporre a un attento scrutinio le ricche valutazioni presenti in alcune aree. Per questo il viaggio annuale nella Silicon Valley, durante il quale incontriamo i vertici delle principali aziende tecnologiche, è un'occasione unica per approfondire la comprensione dei nostri investimenti nel settore.

La tecnologia come rifugio in un ambiente macro incerto

Sia per me che per il team, questo viaggio è stato eccezionalmente positivo rispetto ad altre missioni sul campo effettuate di recente: ne abbiamo ricavato un numero nettamente maggiore di interazioni incoraggianti, in confronto ad altre riunioni e conferenze cui abbiamo partecipato in tutto il mondo. È evidente che le aziende tecnologiche non stanno registrando (ancora) alcun rallentamento e anzi, molte si sono espressamente dissociate dall'attuale clima di preoccupazione per le condizioni macroeconomiche.
 

È facile osservare la situazione con cinismo e dire che da qui le cose possono solo peggiorare, ma con l'economia complessivamente in frenata, è inevitabile che anche il settore subisca una qualche decelerazione. Eppure come investitori non possiamo ignorare le spinte strutturali che stanno chiaramente aggirando l'ambiente economico insidioso con cui altri settori si trovano a confrontarsi.

Mentalità di crescita e forze strutturali che trainano il settore

L'aspetto incoraggiante per noi, in quanto investitori growth, è che queste società stanno investendo attivamente per la crescita con un atteggiamento da veri conquistatori, con l’obiettivo di incrementare la quota di mercato, e al di là del possibile impatto negativo sui margini nel breve termine, ci aspettiamo che questa strategia dia buoni risultati in un orizzonte di più lungo periodo. Ma soprattutto, il ritmo implacabile dell'innovazione è tuttora pienamente evidente, con le società che parlano quasi tutte degli stessi argomenti: corsa al cloud, intelligenza artificiale (AI) e apprendimento automatico (ML).
 

Questo viaggio è un appuntamento fisso ormai da quasi 15 anni e testimonia efficacemente come le dimensioni e la scala di un asset manager del calibro di T.  Rowe Price possano dare accesso a livelli del management spesso inavvicinabili per altri investitori, con la conseguente opportunità di scoprire aspetti inediti anche nel caso di società in teoria ben conosciute.
 

I nostri professionisti si pongono sempre l’obiettivo di individuare le forze strutturali all'opera nel lungo termine, ben diverse dalle oscillazioni cicliche di breve periodo che possono generare profitti o perdite in un dato trimestre, ma non ci dicono molto sulla capacità di un'azienda di creare ricchezza per gli azionisti in un orizzonte temporale più esteso. Tra i fattori a lungo termine che a nostro avviso continueranno a trainare il settore ci sono l'espansione delle piattaforme media, l'ascesa dell'intelligenza artificiale (AI) e il potenziale del cloud.

L'entità dei nostri investimenti implica un maggiore accesso a tutti i livelli aziendali, con la conseguente opportunità di scoprire aspetti inediti anche di società in teoria ben conosciute.
- Scott Berg Global Growth Equity Strategy

Fattore 1 Crescita delle piattaforme media

Alphabet (Google) e Facebook sono diventate due delle più grandi società al mondo e nel settore media, principalmente sfruttando il potere di internet e delle telecomunicazioni mobili. Entrambe forniscono piattaforme che mettono in collegamento creatori di contenuti, inserzionisti pubblicitari e clienti. Di conseguenza, queste e altre "aziende piattaforma", come ormai vengono chiamate, beneficiano di importanti effetti di rete: più sono gli utenti e maggiore è il valore che la piattaforma fornisce a ciascuno di loro.
 

Quando abbiamo incontrato i dirigenti di Facebook, inclusi tre responsabili di divisione e Sheryl Sandberg, si è parlato soprattutto di regolamentazione e adozione di controlli. Siamo riusciti a capire meglio il processo, sia in termini di operazioni interne, sia per quanto riguarda le modalità di interazione con gli interlocutori esterni affinché ricevano ciò di cui hanno bisogno. Chiaramente la società deve affrontare questi aspetti, ma siamo convinti che ne abbia una percezione esaustiva e se ne stia occupando con determinazione. Le grandi società come Facebook in ultima analisi si troveranno in una posizione migliore per risolvere queste criticità, rispetto ad aziende internet più piccole, in virtù delle risorse a loro disposizione.
 

Abbiamo trovato incoraggianti anche gli esiti delle conversazioni svolte su altri temi. Si sta lavorando molto dietro le quinte per incrementare la monetizzazione delle attività aziendali. Ascoltare il dirigente di Instagram che descriveva Insta video, IGTV, la monetizzazione della natura effimera di Instagram Stories e la connessa personalizzazione ci ha dato un'idea molto più chiara delle possibilità realizzabili nel tempo. Anche la riunione con il responsabile della pubblicità ha confermato la sensazione che Stories potrebbe davvero cambiare le carte in tavola per il settore, in quanto sarà in grado di creare un maggiore coinvolgimento dell'utente, pur essendo più lento dei feed. Ci ha convinto meno invece la strategia di Messenger, mentre riteniamo che la monetizzazione di WhatsApp sia un’opzione aggiuntiva per Facebook. La crescita dei ricavi non dovrebbe rallentare e anzi, esiste la possibilità che nell'arco di un anno circa ci troveremo a parlare di un'accelerazione.
 

Un altro argomento di primo piano è stato il progresso trainato dalla tecnologia, in termini di scala ed estensione del raggio d'azione, che ha permesso alle società leader di valicare i confini settoriali e nazionali. Netflix è un ottimo esempio. È diventata la società video più grande della storia, principalmente perché la portata della sua attività non è limitata dall'infrastruttura e questo le conferisce un vantaggio essenziale rispetto alle concorrenti che devono posare cavi o installare torri di trasmissione. L'espansione internazionale ha consentito a Netflix di spalmare il costo della programmazione di alta qualità su una base di utenti globale.


(Fig. 1) Le aziende piattaforma attraversano facilmente le frontiere

Abbonamenti a Netflix
Dal quarto trimestre 2016 al primo trimestre 2019

Fig. 1 Le aziende piattaforma attraversano facilmente le frontiere

Fonte: Netflix.
1Stima.

 

Fattore 2 L'ascesa dell'apprendimento automatico e dell'intelligenza artificiale

L'apprendimento automatico e l'intelligenza artificiale, in sigla ML e AI, sono i temi destinati a dominare il prossimo decennio e non solo. Le aziende piattaforma sono nella posizione ideale per trarne vantaggio, disponendo delle banche dati più estese, della maggiore potenza informatica e degli ingegneri migliori. Questa però potrebbe essere un'area di conflitto costante fra Stati Uniti e Cina, impegnati a contendersi la leadership globale in questo spazio.
 

L'analisi delle preferenze dei clienti è un esempio di come l'innovazione stia ridisegnando i connotati dell'economia. L'AI si basa su potenti risorse di calcolo, ormai a disposizione di molte aziende grazie ai servizi di cloud computing come Amazon Web Services e Azure di Microsoft. Tuttavia per fornire ai computer le informazioni necessarie a prendere decisioni e svolgere compiti specifici senza intervento umano - il ramo dell'AI noto come apprendimento automatico - bisogna disporre anche di grandissime quantità di dati. I computer sono in grado di fare calcoli molto più rapidamente della mente umana, ma necessitano di molti più dati per fare le stesse inferenze, e questo è uno dei motivi per cui le più grandi aziende tecnologiche e le piattaforme internet con il maggior numero di clienti stanno prendendo le redini dello sviluppo di AI basata sull'apprendimento automatico.
 

Dopo averlo considerato un argomento teorico per molti anni, adesso cominciamo a vedere il vero impatto fondamentale dell'uso effettivo dell'AI sui modelli di business delle società. Alcuni utilizzi dell'AI potrebbero risultare sorprendenti. Workday è un fornitore di software basato sul cloud per la gestione di risorse umane. A differenza del software statico che le società concorrenti installano sui server delle aziende, il prodotto di Workday impara continuamente e, grazie alla sua esperienza con milioni di dati sui dipendenti, oggi è in grado di prevedere ad esempio quali lavoratori rischiano di essere sempre meno soddisfatti del proprio lavoro.
 

Dall'incontro con la società abbiamo ricavato una sensazione palpabile di solidità e durevolezza dei flussi di cassa, ma è stata anche un'occasione per vedere di persona la potenza acquisita dalle capacità analitiche e l'incremento del valore aggiunto a beneficio del cliente.

Fattore 3 L'importanza del cloud

I rappresentanti delle società hanno parlato dell'importanza del cloud praticamente durante ogni riunione. Negli ultimi anni abbiamo visto una trasformazione nei processi di raccolta e utilizzo delle informazioni da parte delle aziende. I cambiamenti recenti sono il frutto di sistemi software su base cloud aggiornati costantemente, che permettono alle imprese di integrare le informazioni in modi nuovi rispetto al passato. Probabilmente per i consumatori l'impatto di questa evoluzione è visibile soprattutto nell'ascesa delle vendite online, ma in realtà coinvolge anche altri settori. Ad esempio, è possibile che le società finanziarie siano sul punto di spostare tutti i dati sul cloud.
 

Salesforce.com è all'avanguardia di questa trasformazione. Il sistema di gestione delle relazioni con i clienti di Salesforce, offerto in abbonamento tramite internet, permette alle società non solo di mantenere i dati sui clienti attuali, ma anche di individuare potenziali nuovi clienti - tutti dati che poi confluiscono nelle previsioni di ricavi, nella gestione delle scorte e in altre funzioni aziendali.


Il software basato sul cloud sta trasformando le aziende in tutti i settori di attività 
L'importanza del cloud non accenna a diminuire

Il software basato sul cloud sta trasformando le aziende in tutti i settori di attività

 

Le aziende piattaforma basate su internet hanno attratto nella loro sfera di influenza vaste porzioni di settori che in passato non avevano legami con le aziende tecnologiche.
- Scott Berg Global Growth Equity Strategy

Non solo FAANG

Ovviamente non esistono soltanto le grandi aziende piattaforma. Ci sono molte aree in cui stiamo individuando ottime società con prospettive di crescita promettenti. Per nostra fortuna, i segmenti definiti dal cambiamento e dalla cosiddetta disruption si prestano alla gestione attiva, dato che la separazione fra attori vincenti e perdenti è molto più netta che in altri segmenti del mercato interessati da un'evoluzione meno drastica. La transizione in corso verso un uso crescente del web, dei dispositivi mobili e la diffusione del consumo di tecnologia presentano un potenziale enorme. Una delle aree coinvolte è quella dei servizi bancari, in cui ci interessa in particolare il segmento dei pagamenti elettronici.
 

Il comportamento dei consumatori in tema di pagamenti sta cambiando: in tutti i paesi e continenti vediamo ormai più transazioni digitali e online e meno acquisti in contanti nei negozi fisici. Siamo convinti che le società in grado di creare nuovi software per agevolare queste operazioni saranno avvantaggiate nel lungo periodo, anche se oggi sembrano piuttosto piccole.
 

Un caso esemplare è quello di Adyen, società di pagamenti globali con sede ad Amsterdam. La decisione di costruire uno stack di acquisizione end-to-end completo come singola piattaforma di pagamenti globali permette all'azienda di sviluppare nuove capacità più rapidamente rispetto alla concorrenza. Inoltre, Adyen ha una migliore protezione antifrode e un'interfaccia di visualizzazione dei dati del venditore più efficace, tassi di autorizzazione complessivamente più elevati e meno casi di operazioni rifiutate senza spiegazione. Tutto questo avviene con costi operativi contenuti e margini EBITDA incrementali ampiamente superiori al 50%. Dato che i concorrenti sono stati creati in prevalenza sulle piattaforme tecnologiche bancarie esistenti e sono poi cresciuti attraverso fusioni e acquisizioni, al momento sul mercato non esiste praticamente nessun altro acquirer con capacità equivalenti a quelle di Adyen.

Le autostrade digitali mantengono la rotta

Anche la guida autonoma sta procedendo, sebbene a un ritmo più lento di quello previsto da alcuni. Siamo usciti rassicurati dalla riunione con i vertici di Tesla, dove abbiamo incontrato il nuovo responsabile della produzione, Jerome Guillen, che ci ha spiegato gli aspetti principali della complessità del prodotto e i vantaggi ottenuti dalla semplificazione della linea. L'azienda sta andando nella giusta direzione, sul fronte dei costi di manodopera e di produzione e su quello dell'efficienza, ma questo è un titolo che può muoversi in un intervallo molto ampio in base all'umore del momento. Siamo comunque confortati dal fatto che i fondamentali rimangono solidi e l'area di attività mantiene un potenziale notevole.

Internet e cloud continuano a trainare la creazione di valore

Gli investitori dovrebbero considerare la tecnologia non come un settore a sé stante, ma in un'ottica più variegata. Il cambiamento tecnologico sta influenzando i modelli di business in tutti i settori del mercato globale.
 

Le offerte pubbliche iniziali di Google e Salesforce a metà 2004 hanno segnato l'inizio dell'era delle piattaforme internet e del cloud computing, due sviluppi rivoluzionari soprattutto per chi investe in tecnologia. Oggi le più grandi aziende tecnologiche (e anche del mondo) sono quasi tutte basate su internet o sul cloud, e nel caso di Amazon e certamente di Google, su entrambi. Ma l'aspetto più importante è che le piattaforme internet, con la tecnologia e altri vantaggi competitivi, hanno attratto nella loro sfera di influenza ampie porzioni di settori che in passato non avevano legami con le aziende tecnologiche.
 

Siamo pienamente investiti in queste aree e abbiamo incrementato l'esposizione ai nomi collegati all'AI nel corso dell'ultimo anno, nella ferma convinzione che la tecnologia sarà la chiave di volta per diverse industrie. Siamo posizionati da tempo per beneficiare della transizione in corso verso un uso crescente del web e dei dispositivi mobili, come pure della diffusione del consumo di tecnologia nei mercati emergenti.
 

Il settore della tecnologia continua a evolversi a ritmo sostenuto e questo progresso porta con sé una creazione di valore enorme per gli investitori.


201905‑837157  


Informazioni importanti
 

I titoli specifici individuati e descritti non rappresentano tutti i titoli acquistati, venduti o raccomandati per i clienti all’interno del composito e non è possibile presumere che i titoli individuati e trattati si siano dimostrati o si dimostreranno redditizi.
 

Questo materiale è messo a disposizione a scopo esclusivamente informativo. Il materiale non costituisce e non intende costituire una consulenza di alcuna natura, neanche in materia di investimenti fiduciari; prima di prendere qualsiasi decisione, i potenziali investitori sono invitati ad avvalersi di una consulenza legale, finanziaria e fiscale. Il gruppo di società T. Rowe Price, inclusa T. Rowe Price Associates, Inc. e/o le sue affiliate, riceve proventi dai prodotti e servizi d’investimento di T. Rowe Price. La performance passata non è un indicatore affidabile di risultati futuri. Il valore di un investimento e l'eventuale reddito derivante dallo stesso possono aumentare o diminuire. Gli investitori potrebbero non recuperare l'importo inizialmente investito.
 

Il presente materiale non è destinato alla distribuzione e non costituisce un'offerta, un invito, una raccomandazione personale o generale, né una sollecitazione ad acquistare o vendere titoli in qualsiasi giurisdizione o a condurre una particolare attività di investimento. Il materiale non è stato esaminato da alcuna autorità di vigilanza in qualsivoglia giurisdizione.
 

Le informazioni e le opinioni presentate sono state ottenute o derivate da fonti ritenute affidabili e aggiornate; tuttavia non possiamo garantire l’accuratezza o la completezza delle fonti. Non esiste alcuna garanzia che le previsioni formulate trovino conferma. I pareri qui contenuti sono espressi alla data indicata e sono soggetti a cambiamento senza preavviso; questi pareri possono differire da quelli di altre società del gruppo T. Rowe Price e/o di loro associate. Il materiale non dovrà essere in alcun caso copiato né ridistribuito, in tutto o in parte, senza l’autorizzazione di T. Rowe Price.
 

Il materiale non è destinato ad essere utilizzato da persone in giurisdizioni che ne vietino o limitino la distribuzione; in alcuni paesi tale materiale è fornito su richiesta specifica.
 

Il materiale non è concepito per essere distribuito a investitori retail in alcuna giurisdizione.

FONDO CORRELATO
SICAV
Classe I USD
ISIN LU0382933116
Selezionare titoli superiori nel più ampio universo d’investimento azionario globale.
Visualizza Altro...
Rendimento 3 A
(Annualizzato)
13,03%
Dimensione del fondo
(USD)
$452,1mln