L’innovazione come driver di investimento nelle small cap europee

Ben Griffiths , Portfolio Manager

Quando si investe società di piccole dimensioni è essenziale conoscere le loro capacità di innovazione. L’innovazione può essere un driver di rendimento chiave nel lungo periodo. La comprensione delle caratteristiche uniche delle società di piccole dimensioni è essenziale per individuare non solo quelle che presentano idee innovative e rivoluzionarie, ma anche quelle che hanno il potenziale e la capacità imprenditoriale di far funzionare, da un punto di vista commerciale, queste idee sul lungo periodo.
 

Dedichiamo molto tempo e risorse alla ricerca di società che riteniamo essere davvero innovative, ossia le società che offrono qualcosa di unico nel loro campo e nel loro settore e che hanno quindi la potenzialità di acquisire un margine di vantaggio rispetto alla concorrenza. Naturalmente, l’innovazione può assumere diverse forme, ma le nostre ricerche si basano su tre ampie categorie:
 

  1. Innovazione riguardante nuovi prodotti: questa categoria molto ampia include nuovi farmaci, software o tecnologie e si estende a nuovi marchi, prodotti o formati così come nuovi business model e servizi.

  2. Innovazione rivoluzionaria: società di piccole dimensioni dotate di tutti i presupposti per sfidare con successo le aziende già esistenti o rompere con lo status quo.

  3. Innovazione sostenibile: è cruciale che le giovani società si reinventino costantemente per mantenere il loro vantaggio sulla concorrenza. Le società che sono in grado di farlo possono generare rendimenti davvero eccezionali.
     

Miriamo ad individuare società che riteniamo possano crescere in maniera significativa e sostenibile, mantenendo o migliorando i loro livelli di redditività e di rendimenti nel lungo periodo.

Agli inizi di quest’anno abbiamo condotto uno studio per determinare quante società di piccole dimensioni avessero raggiunto il livello elevato di performance composte che ricerchiamo (ossia le società che hanno evidenziato un tasso di crescita annuale composto di almeno il 20% all’anno su 10 anni).1I risultati dello studio sono stati illuminanti. Solo l’1% delle società è riuscito in quest’impresa, su diversi periodi. Questo risultato ha rappresentato un importante spunto per noi e ci ha permesso successivamente di rafforzare il nostro processo di investimento. Trovare compounder sostenibili è fondamentale e costituisce sempre una sfida.
 

Sviluppare e sfruttare l’innovazione è solo una parte del percorso. Ad essere importante è anche la capacità di creare un’attività che sia in grado di mettere a profitto tale innovazione.

Individuare il potenziale innovativo

Per individuare le società di piccole dimensioni le cui idee e prodotti innovativi presentano un notevole potenziale è necessario un approccio su molteplici fronti. Non ci si può accontentare di andare a caccia di innovazioni. Scoprire idee rivoluzionarie in grado di rompere con lo status quo e di innescare una reale crescita richiede una combinazione di curiosità, sforzo, determinazione e discernimento da parte di un team di ricerca dotato di risorse di qualità. Le visite presso le società sono essenziali.


Le offerte pubbliche iniziali (IPO) rappresentano un’abbondante fonte di nuove idee e un’opportunità di cogliere le idee innovative delle società di piccole dimensioni nella fase iniziale del loro sviluppo. Individuare tempestivamente aziende di qualità, leader del futuro può generare notevoli guadagni.
 

Investimento nelle fase iniziali - EVR Holdings

Un esempio di investimento in fase di sviluppo molto precoce riguarda EVR Holdings, un’azienda quotata nel Regno Unito con una capitalizzazione di mercato di circa 100 milioni di sterline. Siamo convinti che la loro unità MelodyVR, che registra concerti in realtà virtuale con l’obiettivo di vendere le registrazioni attraverso una app, presenti enormi potenzialità se la società sarà in grado di monetizzare con successo questo mercato. MelodyVR detiene già una posizione di primo piano avendo registrato parecchio materiale e concluso accordi di ripartizione dei ricavi con le principali imprese del settore musicale; il prodotto è inoltre preinstallato sul visore Oculus Go VR, fabbricato da una società detenuta da Facebook.
 

Tuttavia, il processo di ricerca nell’ambito delle società di piccole dimensioni richiede un grado supplementare di conoscenza e riflessione. Il livello di approfondimento della ricerca fondamentale necessario per emettere una valutazione è lo stesso rispetto ad altri titoli, ma le informazioni disponibili possono essere spesso frammentarie. I raffronti con società pubbliche analoghe possono fornire una solida base di informazioni, in particolare come guida per i multipli di valutazione assegnati alla concorrenza.
 

Un esame dei piani e delle previsioni di crescita futura della società è inoltre cruciale, poiché la valutazione nell’ambito di una IPO dipende fortemente dalle prospettive di crescita della società. È possibile inoltre valutare “l’effetto buon venditore”, tipicamente quando una IPO è offerta dai fondatori della società o quando lo scopo è quello di aumentare il capitale di crescita. Abbiamo rilevato che alcune società di private equity sono migliori di altre. Riportano solidi track record e sono abili investitori. Sono in grado di individuare settori interessanti dal punto di vista dei fondamentali sul lungo periodo e si avvalgono di robuste governance societarie e di sistemi e strutture più professionali. Non è sempre facile valutare il pedigree di un management ed è per questo motivo che effettuare processi di due diligence e approfondire la conoscenza dei team dirigenziali della società è cruciale.
 

Per quanto riguarda l’attuale mercato delle IPO, stiamo probabilmente raggiungendo la fine del ciclo. Ci sono state parecchie IPO, ma attualmente si sta presentando sul mercato un ristretto insieme di società. Si tratta inoltre di aziende di qualità inferiore e, in linea di massima, con valutazioni più elevate. Ciononostante, rimaniamo molto selettivi riguardo alle IPO alle quali decidiamo di partecipare.
 

Realizzare la transizione verso una crescita sostenibile

Se l’individuazione di società innovative richiede un grado supplementare di ricerca e conoscenza, ancora più importante è stimare quali società hanno le capacità di cogliere le opportunità e farne un successo sul lungo termine. Le società possono avere delle idee grandiose, ma spesso è necessario molto tempo per portarle sul mercato, ossia per commercializzarle, rispetto a quanto originariamente previsto. Gli ostacoli nel percorso verso il successo sono spesso numerosi.
 

Sono diverse le ragioni per cui queste società possono avere difficoltà a portare a termine questa transizione: il passaggio dell’innovazione da idea a realtà può non avvenire, il prodotto può non funzionare, nuove società appena entrate sul mercato possono offrire innovazioni superiori e le società già esistenti possono trovare il modo di difendere le loro attività e i loro profitti.

Investimento paziente - IQE

Abbiamo detenuto la società IQE per otto anni. Il principale settore di attività di quest’azienda basata in Galles è quello dei semiconduttori composti e la società fabbrica le lastre destinate alla fotocamera 3D-Sensing dell’iPhone X di Apple. Il mercato dei semiconduttori composti è un’area promettente da poco più di un decennio, ma fino ad ora i prodotti sono stati usati solo in applicazioni di nicchia. Il leader visionario della società ha trasformato l’azienda attraverso acquisizioni volte a instaurare il giusto assetto durante quel periodo. Avevamo individuato diversi anni fa un notevole potenziale di crescita per questa società, nell’ambito della produzione di lastre e, in maniera più generale, della sua attività nel settore dei semiconduttori composti, sebbene il mercato abbia cominciato a riconoscere questo potenziale solo di recente, con l’espansione dei campi di applicazione. Siamo convinti che i semiconduttori composti saranno un importante fattore trainante del mercato dei semiconduttori, ed è qualcosa che stiamo già cominciando ad osservare.
 

Sviluppare e sfruttare l’innovazione è solo una parte del percorso. Ad essere importante è anche la capacità di creare un’attività che sia in grado di mettere a profitto tale innovazione. Per capitalizzare il potenziale di crescita è necessario che ci siano investimenti nel management, nei sistemi e nelle capacità molto prima della data stabilita per la commercializzazione di un prodotto. Ciò richiede un management competente e assennato, al fine di aiutare la società a realizzare la transizione da start-up a società di piccole dimensioni che cresce nel tempo. Non sorprende che molti trovino questa transizione complessa.
 

La chiave non è la valutazione ma piuttosto la pazienza

Una solida disciplina di valutazione è estremamente importante nella scelta dei titoli che costituiscono un portafoglio. Eppure, investire in aziende che si trovano nella loro fase iniziale di sviluppo richiede una capacità di prospettiva che va oltre i dati relativi alla valutazione. Cifre che suggeriscono che una società genera, ad esempio, un rapporto prezzo/utili pari a 20 o 30 devono essere considerate in un contesto temporale più lungo, necessario affinché l’innovazione generi crescita e reddito. La reale innovazione ha un orizzonte di investimento che va oltre un anno o persino tre anni: si tratta di una proposta sul lungo termine. Per gli investitori pazienti che credono fermamente nel management e nel prodotto, titoli oggi in apparenza costosi hanno la potenzialità di generare guadagni notevoli nel tempo, a mano a mano che i benefici delle loro innovazioni si concretizzano.
 

Il processo di aggiunta di società di piccole dimensioni trainate dall’innovazione in un portafoglio richiede inoltre un approccio più prudente. Ciò significa, a nostro avviso, cominciare con piccole posizioni e costruire un portafoglio ben diversificato nel tempo. Incontri regolari con il management e successive ricerche più approfondite mirano a trovare ulteriori prove del potenziale di innovazione o della capacità del management di portare l’azienda a un livello superiore. Ciò fornisce le informazioni necessarie per determinare in quale momento modificare tali posizioni nel tempo.

Cogliere l’avanguardia dell’innovazione in Europa

Quindi, rispetto al resto del mondo, come se la cava l’Europa? Siamo convinti che l’universo delle small cap europee offra notevoli opportunità di individuare società innovative. Il Grafico 1 mostra che l’Europa spende importi ingenti in ricerca e sviluppo, sia in termini assoluti che in percentuale del PIL.
 

Con ogni evidenza, gli Stati Uniti hanno realizzato ottimi progressi in termini di innovazione, basta considerare, ad esempio, la crescita delle cosiddette FAANG2. Anche la Cina e il Giappone hanno un ottimo track record. L’Europa può non aver ancora prodotto le stesse tipologie di start-up che si sono poi trasformate in società come Amazon o Microsoft, tuttavia il continente ha alle sue spalle una lunga e profonda storia di promozione dell’innovazione.
 

Diverse istituzioni accademiche rivestono grande importanza e l’Unione europea dispone di un solido quadro giuridico che protegge l’innovazione. L’Europa ospita inoltre alcuni tra i settori più innovativi del pianeta, come quello automobilistico, e la genomica, la fisica delle particelle e le energie rinnovabili hanno solide fondamenta.
 

Grafico 1: L’Europa è parte attiva dell’innovazione
Spesa interna lorda in ricerca e sviluppo, al 31 dicembre 2016

Fonte: http://data.uis.unesco.org/, Scienza, Tecnologia e Innovazione, dati per il 2016.
 

In Europa si possono trovare piccole società innovative anche nei settori della sanità, del retail, dell’industria e dei servizi alle imprese, non solo nella tecnologia. Queste aziende partecipano al processo rivoluzionario che sta cambiando l’attività economica su diversi fronti, non solo in Europa ma in tutto il mondo.
 

L’innovazione è ovunque - Rational

Società di piccole dimensioni innovative ben gestite che sono in grado di generare una solida crescita sostenibile nel tempo non sono unicamente confinate ai settori altamente tecnologici, ma possono trovarsi anche in settori tradizionali. Rational, un produttore di forni industriali con sede in Germania, ha rotto gli schemi nel 1976 con un forno che combina vapore e calore secco nello stesso apparecchio. I suoi prodotti sono facili da usare, riducono il tempo di cottura e i costi energetici e richiedono una minore quantità di grassi. Inoltre, permettono di limitare il numero di elettrodomestici in cucina. Aggiungendo nuove caratteristiche e funzionalità nel corso degli anni, Rational ha guadagnato vantaggio rispetto alla concorrenza e, sotto alcuni punti di vista, si trova cinque anni avanti rispetto al suo principale concorrente. I servizi di ristorazione professionale hanno diffusamente adottato il prodotto e la società detiene una quota di mercato di circa il 50%, che le permette di generare notevoli rendimenti finanziari. Rational ha messo a segno una crescita composta del 10% delle vendite e degli utili negli ultimi cinque anni.
 

Essere selettivi e lasciar correre gli investimenti vincenti

L’Europa è ricca di società giovani e innovative capaci di evidenziare una crescita notevole. Tuttavia, la storia ci insegna che sono relativamente poche le società di questo tipo in grado di generare rendimenti totali significativi per gli azionisti su orizzonti più lunghi, di conseguenza sono necessarie ricerche solide ed approfondite per individuarle.
 

Le nostre ricerche mostrano che i mercati sottostimano le possibilità per queste società di generare tassi di crescita sostenibili e interessanti e ingrandirsi ulteriormente su orizzonti più lunghi. Individuare tali società tempestivamente, e detenerle durante la loro crescita sul lungo termine può offrire l’opportunità di realizzare rendimenti consistenti.

1Lo studio ha analizzato i rendimenti totali per gli azionisti di società appartenenti all’indice S&P Europe MidSmallCap nei decenni terminanti nel periodo 2007-2016. Questo universo contiene tipicamente 1.500 / 2.000 ad ogni punto di partenza. Fonti: FactSet e T. Rowe Price.

2Facebook, Amazon, Apple, Netflix e Google (oggi quotata tramite la sua società madre, Alphabet)
 

201810-624755

 

Rischi principali – I seguenti rischi sono pertinenti relativamente alla strategia presentata in questo materiale: Transazioni in titoli denominati in valuta estera possono essere soggette a fluttuazioni dei tassi di cambio e possono incidere sul valore di un investimento. L’investimento in società a bassa capitalizzazione comporta rischi più elevati di quelli di norma associati a società di dimensioni maggiori, in quanto le società a bassa capitalizzazione spesso hanno linee di prodotto, mercati e risorse finanziarie limitate.
 

Informazioni importanti

Questo materiale è fornito a scopo esclusivamente informativo. Il materiale non costituisce né si prefigge di fornire una consulenza di alcun genere, neppure in materia di investimento fiduciario; si consiglia ai potenziali investitori di richiedere una consulenza legale, finanziaria e fiscale indipendente prima di assumere qualsiasi decisione d'investimento. Le società del gruppo T. Rowe Price, incluse T. Rowe Price Associates, Inc. e/o le sue affiliate, ottengono ricavi dai prodotti e servizi di investimento di T. Rowe Price. I rendimenti passati non costituiscono un’indicazione affidabile di quelli futuri. Il valore di un investimento e l’eventuale reddito da esso derivante possono aumentare o diminuire. Gli investitori possono ottenere un importo inferiore rispetto a quello investito.

Il presente materiale non costituisce distribuzione, offerta, invito, raccomandazione o sollecitazione personale o generale all'acquisto o alla vendita di titoli in alcuna giurisdizione, né allo svolgimento di qualsiasi attività di investimento specifica. I contenuti del presente materiale non sono stati verificati da alcuna autorità di vigilanza in alcuna giurisdizione.

Le informazioni e le opinioni qui presentate sono state ottenute o tratte da fonti ritenute affidabili e aggiornate; tuttavia, non siamo in grado di garantirne l'accuratezza né l'esaustività. Non vi è alcuna garanzia che eventuali previsioni si concretizzino. I pareri qui contenuti sono espressi alla data indicata sul materiale e sono soggetti a cambiamento senza preavviso; questi pareri possono differire da quelli di altre società del gruppo T. Rowe Price e/o di loro associate. Il materiale non dovrà essere, in nessun caso, copiato né ridistribuito, in tutto o in parte, in assenza del consenso di T. Rowe Price.

Il materiale non è destinato ad essere utilizzato da persone che siano in giurisdizioni che vietino o limitino la distribuzione del materiale e in alcuni paesi tale materiale è fornito solo su richiesta specifica.

Il presente documento non è finalizzato alla distribuzione ai clienti retail in alcuna giurisdizione.

FONDO CORRELATO
SICAV
Classe I EUR
ISIN LU0382931417
Individuare le società future protagoniste europee della crescita.
Visualizza Altro...
Rendimento 3 A
(Annualizzato)
8,01%
Dimensione del fondo
(EUR)
€163,6mln
Europa